Silvia De Marchi, pioniera della psicologia sperimentale e applicata italiana

Cento anni della psicologia patavina

 
Mercoledì 26 febbraio 2020 a partire dalle ore 15, in Sala delle Edicole in piazza Capitaniato a Padova, si svolgerà il terzo evento che celebra i cento anni della psicologia patavina.
 
Questo anniversario permette di proporre un’occasione per ripercorrere brevemente la biografia e l’opera scientifica di alcune delle figure chiave che hanno segnato l’inizio della storia della psicologia italiana. Tra queste – certamente – spicca quella di Silvia De Marchi (1897-1936), tra le prime donne laureate in Italia con una tesi in psicologia sperimentale, discussa presso l’ateneo patavino con Vittorio Benussi (1878-1927).
Silvia De Marchi, inoltre, può essere annoverata tra le pioniere europee nello studio della mente.
 
La giornata darà anche l’opportunità di offrire uno sguardo sul ruolo della donna nel mondo accademico di allora e di oggi.
 
 
PROGRAMMA:
 
Ore 15:00 Saluti delle Autorità
Ore 15:15 Silvana Badaloni (Università di Padova): “Asimmetrie di genere in Accademia
Ore 15:45 Il progetto WiNEu: “Le pioniere delle neuroscienze in Europa” a cura di Sonia Mele (Università di Verona) e Tiziana Metitieri (AOU Anna Meyer, Firenze)
Ore 16:00 L’esperimento di Silvia De Marchi cento anni dopo: una prova empirica del suo lavoro del 1929 *
Ore 16:15 Leila Schneps (Università Pierre e Marie Curie, Parigi): “Silvia De Marchi: psicologia e matematica
Ore 16:45 Konstantinos Priftis (Università di Padova): “La stima di numerosità a 100 anni dai lavori di Silvia De Marchi
 
* I partecipanti potranno essere coinvolti nella replica dell’esperimento originale di Silvia De Marchi (1929). Le risposte saranno raccolte utilizzando lo smartphone o un questionario cartaceo.
 
A cura di:
Massimo Grassi (DPG) Giovanni Galfano (DPSS) Andrea Bobbio (FISPPA)
 
 
Informazioni:
Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti

Aggiungi un commento