Riemersione dell'antico teatro Zairo

Riprogrammazione dei lavori

Le attività di prosciugamento della canaletta dell’Isola Memmia per la messa in luce dei resti del teatro romano, avviate nei primi giorni del mese di Luglio, hanno permesso di acquisire elementi informativi sul particolare assetto del fondale, che si è rivelato irregolare, permeabile e ricoperto di una quantità di detriti e fanghi di entità superiore ad  ogni aspettativa.
Questi dati hanno suggerito di operare attraverso azioni mirate allo sbarramento delle acque  diverse da quelle inizialmente programmate. Tali azioni idonee all’ottimale tutela del fondale della canaletta, dei resti archeologici e della spalletta di contenimento richiedono una dilatazione dei tempi tecnici di lavoro. Il nuovo sistema previsto garantirà comunque di acquisire tutte le informazioni previste per la rilettura del monumento.
L'adeguamento del progetto relativo alle opere idrauliche permetterà la ripresa delle attività archeologiche nel corso del mese di Settembre. Nel frattempo sono in corso di completamento indagini conoscitive, ovvero il rilievo del contesto architettonico di Prato della Valle, con particolare attenzione alle strutture prossime ai resti del teatro.
Il necessario rinvio delle indagini archeologiche a Settembre si configura come un’inaspettata opportunità sia per gli archeologi, sia per la cittadinanza. Infatti le operazioni di rilievo e scavo del teatro potranno essere svolte con tempi più dilatati e consentiranno di coinvolgere non solo la cittadinanza, rientrata dalle vacanze estive, ma anche la realtà scolastica.
Gli archeologi saranno comunque a disposizione del pubblico sabato 15 luglio alle ore 10.00 e alle ore 11.00 per illustrare l’area interessata dalle rovine del teatro e, la storia di Padova romana. Con l’occasione saranno inoltre messi a disposizione dei visori Samsung VR per un’emozionante esperienza immersiva nella città antica.
Alla ripresa delle operazioni di scavo, verrà programmato un nuovo calendario di visite guidate in cantiere, durante lo svolgimento dei lavori, e il sabato mattina.

Comune di Padova - Settore Edilizia Pubblica e Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche
Università di Padova - Dipartimento di Beni Culturali
Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Venezia e le Province di Belluno, Padova e Treviso
contributo della Fondazione CARIPARO 

Info
Segreteria Museo Archeologico
049 8204572
da lunedì a venerdì 08:30-14:00
museo.archeologico@comune.padova.it
www.livio2017.it

Intervista a Francesca Veronese 

Aggiungi un commento