Laboratori di Arte Contemporanea

Laboratori per tutte le tipologie scolastiche, primarie, secondarie di I e di II grado
durata h1:45, costo euro 75,00  + euro 1,00 ad alunno per diritto di prenotazione
numero massimo alunni 25
per prenotare inviare e-mail a: didatticatelerete@gmail.com o telefonare al numero 049 2010215.

Picasso. Ritratti in 3D e guerra al bullismo

Esplorando i significati più profondi che l’opera Guernica trasmette ancora oggi, gli studenti saranno introdotti al linguaggio artistico di Pablo Picasso e al suo straordinario messaggio, avvicinandosi così al mondo delle emozioni e dell’impegno sociale. Dopo aver analizzato le singole parti del dipinto, ogni alunno realizzerà due personali interpretazioni di una scena di quest’opera, servendosi prima della tecnica del chiaro-scuro e poi utilizzando materiali di recupero.
Si parlerà quindi della denuncia che Picasso espresse allora e del coraggio di chi ancora oggi non smette di segnalare le ingiustizie attorno a sé. Grazie al patrocinio della Fondazione Antonino Caponnetto potrebbero essere presenti al laboratorio alcuni esponenti dell’antimafia per condividere con i ragazzi le proprie esperienze, toccando temi come bullismo, corruzione e omertà, al fine di sensibilizzare il loro senso civico.

Le emozioni dei colori: Kandinsky e Van Gogh

Dopo un breve excursus sulla vita e le opere di Kandinsky, gli alunni potranno colorare con le cere alcune opere dello stesso artista, facendosi guidare nella scelta dei colori dall’ascolto delle proprie emozioni. Successivamente, saranno invitati a descrivere i sentimenti suscitati dalla vista di un paesaggio, per poi realizzarne uno proprio con tempere e pennelli.
La seconda parte del laboratorio sarà incentrata sulla figura di Van Gogh. Sarà dimostrato ai ragazzi che le emozioni non influenzano solo la scelta dei colori, ma anche il modo in cui questi vengono stesi sulla tela. Con le tempere, gli alunni creeranno quindi un autoritratto cercando di far emergere il più possibile le proprie impressioni.

Tra sogno, caos e realtà. Dadaismo e Surrealismo

Imparando dai dadaisti che anche il caso gioca un ruolo importante nella creazione di un’opera d’arte, gli alunni comporranno poesie e collage colorati. Successivamente, utilizzando un vecchio oggetto che ognuno di loro si sarà portato da casa (mestolo, imbuto, ciotola, vaso...) e altro materiale di riciclo messo a disposizione, i ragazzi realizzeranno una scultura dadaista ispirandosi alle opere di Duchamp.
La seconda parte del laboratorio sarà dedicata al movimento surrealista: attraverso le visioni oniriche che popolano le opere di questi artisti, i ragazzi potranno dar vita a personaggi fantastici, sperimentando anche la tecnica del disegno automatico. Infine, pittureranno seguendo il loro inconscio, avendo come sottofondo diverse melodie musicali, scoprendo così la particolare sinergia esistente tra arte e musica.

Aggiungi un commento