GirovagArte

Rassegna itinerante di spettacoli nei quartieri della città

GirovagArte, il palinsesto culturale dell’estate padovana che porta lo spettacolo nei quartieri, dal 19 al 23 agosto farà tappa al Parcheggio Parco Iris con ingresso da via Canestrini: cinque appuntamenti che spaziano dal cinema al teatro fino alla musica.

Promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova con le Consulte di quartiere, con direzione artistica a cura di MAT-MareAltoTeatro, Teatro della Gran Guardia e Associazione Play, la rassegna è realizzata grazie al fondamentale contributo della Fondazione Cariparo e in collaborazione con Aspiag Service, concessionaria Despar per il Triveneto e l’Emilia Romagna, che metterà a disposizione un truck con annesso un grande palco dove si svolgeranno spettacoli di cabaret, cinema, musica e teatro a cui il pubblico potrà assistere in diverse piazze di Padova.

mercoledì 19 agosto 2020, ore 21:15
Il centenario di Teo Usuelli
La donna scimmia di Marco Ferreri (1962)
Antonio Focaccia, un trafficone senza scrupoli, scopre in un ospizio una ragazza completamente ricoperta di peli, tenuta segregata da sempre dalle suore. Lusingata dalle attenzioni che l'uomo sembra avere per lei, Maria accetta la proposta di partire in tournée con lui per uno spettacolo rudimentale che la vede protagonista.
Capolavoro di Marco Ferreri, sorretto dalle splendide interpretazioni di Ugo Tognazzi e Annie Girardot.
Musiche di Teo Usuelli, storico collaboratore di Ferreri di cui si ricorda quest'anno il centenario della nascita.
A cura di: CUC - Centro Universitario Cinematografico Padova.
 
giovedì 20 agosto 2020, ore 21:15
El Barba Sucon Fantaghirò
Lo spettacolo trae origine dal racconto popolare veneto El Barba Sucon, attraverso la rivisitazione fatta da Andrea Zanzotto.
Una favola teatrale che narra di una bambina vivace e un po’ birichina, che, incaricata dalla mamma di portare le frittelle al Barba Sucon, non resiste alla tentazione e se le mangia tutte cammin facendo. Presa dal panico, la piccola imbroglia, con delle caccotte d’asino, il Barba Sucon, che accecato dall’ira, va a trovarla a casa per vendicarsi. Per fortuna a quel punto interviene la mamma che…
Un omaggio, pur con i necessari adattamenti, alla lingua dialettale e un desiderio di inserirsi in una tradizione linguistica veneta che ha visto narratori quali Meneghello, Cibotto, Scabia oltre allo stesso Zanzotto...
 
venerdì 21 agosto 2020, ore 21:15
David Riondino e Dario Vergassola: Raffaello, la Fornarina, il cinquecento e altre storie
in occasione del 500° annoversario dalla morte di Raffaello Sanzio
Raffaello Sanzio ritrae Leonardo nella Scuola di Atene in veste di Platone.
Consapevole erede delle glorie del maestro, raccoglie l’eredità della figura complessa e onnicomprensiva dell’Artista: non solo pittore e architetto, ma ormai punto di riferimento per lo stile dell’epoca, in qualche maniera modello e simbolo di uno stile di vita. Quale era questo stile di vita, nelle corti, nelle città e campagne italiane, nei primi anni del 1500? È questo quel che vorremmo indagare. E proviamo a farlo, tenendo come riferimento la figura di Raffaello, ma avvalendoci di altre figure: Pietro Aretino, che ci illumina sulla idea di Eros che circolava tra le corti, le città e le campagne. E Baldassar Castiglione, che ci dice qualcosa ancora della figura del cortigiano.
Raffaello, con la sua nota vicenda sentimentale con la modella Margherita Luti, altresì detta la Fornarina, di cui ci lascia ritratti indimenticabili anche in figure di madonne e sante, sarà il filo conduttore di un viaggio tra letteratura, poesia, musica e arte del primo cinquecento, condotto da David Riondino ad uso di un dispettoso e recalcitrante Dario Vergassola, costretto dalle leggi di mercato a fare i conti con il cinquecento e Raffaello Sanzio.
 
sabato 22 agosto 2020, ore 21:15
U-MUS - Conservatorio Pollini di Padova
Trombe-Trombette-Tromboni...e tamburi
Le Forze d'Hercole. Storie tra presente e passato in musica
Ensemble Pifari del Doge Gruppo di Ottoni e Percussioni del Conservatorio
Pino Costalunga narratore
Il programma valorizza l'anima musicale, coreutica e narrativa tipica delle piazze, ancora oggi vivissima al di là dello spazio, del tempo e delle differenti culture. Con un programma composto da arie, canzoni e balli antichi, moderni e “riammodernati”, il pubblico sarà avvolto nel carattere dinamico e coinvolgente dell'interazione tra l'ensemble di strumenti a fiato antichi, i percussionisti e il gruppo di ottoni con le loro trombe naturali dalle morbide sonorità.
Il tutto cucito dall'affabulazione dell'attore Pino Costalunga, secondo la più originale riproposizione del "Teatro all’Improvviso" e della tradizione popolare.
 
domenica 23 agosto 2020, ore 21:15
Vasco Mirandola, Giancarlo Previati
Con Piccola Bottega Baltazar: Mostri, miracoli e misteri
Concerto spettacolo con Vasco Mirandola, Giancarlo Previati, Piccola Bottega Baltazar.
Un omaggio allo scrittore e pittore Dino Buzzati, figura di spicco della cultura veneta ed internazionale del Novecento. Brevi racconti, frammenti, dialoghi, episodi apparentemente quotidiani che improvvisamente prendono una vita diversa, e scivolano lentamente senza preavviso, in una atmosfera surreale, e in un attimo accade l’incredibile. Un universo di note e parole che suggeriscono l’inquietudine dell’inatteso, il rotolare del tempo, lo spavento che scaturisce da una smagliatura della norma, la magia racchiusa nell’ovvio, e l’ironico destreggiarsi dell’uomo in mezzo a questi misteri di sempre.
La Formazione è composta da Giorgio Gobbo: voce e chitarra, Sergio Marchesini: fisarmonica, Marco Toffanin: fisarmonica, Antonio De Zanche: contrabbasso, Graziani Graziani: batteria.

prenotazioni obbligatoria tramite la piattaforma Eventbrite, dove sono anche indicate le modalità di accesso secondo le direttive anti Covid.

Info
cell. 348 4410815
email girovagarte@gmail.com
pagina Facebook www.facebook.com/GirovagartePadova
profilo Instagram www.instagram.com/girovagarte_padova

Add new comment