L'Alzheimer incontra l'Arte

Il Museo d'Arte Medioevale e Moderna ha aderito al progetto del CRIC (Centro Regionale per lo studio e la cura dell'Invecchiamento Cerebrale) di Padova: un percorso di Terapia di Attivazione Cognitiva mediata dalle arti visive per persone con disturbi della memoria e con malattia di Alzheimer.

Sulla base di esperienze internazionali che dimostrano come l'arte possa esercitare un ruolo positivo sulla cognitività, sullo stato dell'umore e sui sintomi psico-comportamentali nelle persone affette da malattia di Alzheimer,  il CRIC di Padova, in collaborazione con il Museo d'Arte Medioevale e Moderna e con il dipartimento di Beni Culturali dell'Università di Padova, sta realizzando la seconda edizione del Progetto Museale, un percorso di Terapia di Attivazione Cognitiva mediata dalle arti visive che prevede, oltre alle sedute presso il Centro, tre visite mirate in Pinacoteca fra marzo e aprile.
Questa collaborazione che antepone, di fatto, la persona alla malattia, apre a prospettive di grande valore umano e terapeutico.
Utilizzare e valorizzare luoghi e risorse esistenti per mettere in atto paradigmi riabilitativi che facciano leva sul concetto di salute piuttosto che su quello di malattia, significa, infatti, realizzare per la persona malata percorsi clinici basati su esperienze di piacere e di inclusione sociale.

 

Aggiungi un commento