Tempus fugit

Il tempo e la sua misurazione nel mondo antico

Il Museo Archeologico e la Società Archeologica Veneta organizzano, in collaborazione, un ciclo di incontri che si dipana per l'intero mese di marzo.

Filo conduttore degli incontri dell'edizione 2024 sarà Il tempo e la sua misurazione nel mondo antico.
Attraverso le parole di specialisti di diverse discipline sarà così possibile esaminare il concetto del tempo e del suo trascorrere a partire dalla preistoria, per arrivare poi alla cultura egizia e a quella romana e alla misurazione del tempo di Giovanni Dondi Dall'Orologio con il suo orologio astronomico: un viaggio appassionante attraverso il tempo e lo spazio, con sorprendenti incursioni in mondi lontani, attorno alla locuzione latina Tempus fugit (il tempo vola) e a tutti i suoi significati più profondi

a cura di Francesca Veronese per il Museo Archeologico
e di Giulio Carraro per la Società Archeologica Veneta

Museo Eremitani, Sala del Romanino
piazza Eremitani 8
ore 17:30

Giovedì 7 marzo
Luca Zaghetto, archeologo
Il cielo nella preistoria. Concezione del tempo e dello spazio dal paleolitico all’antropocene

Mercoledì 13 marzo
Emanuele Marcello Ciampini, egittologo
“A me appartiene lo ieri e conosco il domani”. Il tempo nella cultura egizia

Giovedì 21 marzo
Elena Rodriguez, archeologa
Cultura e misura del tempo nell’esperienza dei Romani

Giovedì 28 marzo
Vincenza Cinzia Donvito, bibliotecaria antichista
“... il tempo coglie chi scarso lo spende". Giovanni Dondi dall'Orologio, la misura del tempo e l'orologio astronomico

Info
ingresso libero fino a esaurimento posti

Museo Archeologico
tel. 049 8204572
museo.archeologico@comune.padova.it

 

Aggiungi un commento