Lezioni di suono 2019

Lezioni di suono 2019

Tre incontri con Nicola Sani

Ritorna anche per il 2019 la Rassegna "Lezioni di suono", iniziativa a cura dell'OPV-Orchestra di Padova e del Veneto, nata nel 2016 per la promozione della musica.

Giunte alla quarta dopo i successi ottenuti dai fortunati cicli di Salvatore Sciarrino, Ivan Fedele e Giorgio Battistelli, le Lezioni di quest’anno vedranno protagonista Nicola Siani, direttore artistico dell’Accademia Chigiana di Siena e compositore richiestissimo con una particolare vocazione per il dialogo fra gli strumenti e il suono elettroacustico.
Articolate in tre lezioni-concerto tenute dallo stesso compositore, le Lezioni di Suono si terranno alle ore 17.30 nella splendida cornice della Sala dei Giganti in Piazza Capitaniato. Nelle stesse date alle ore 10.30 verrà proposta un’anteprima riservata alle scuole dal titolo evocativo Prima del suono; l’iniziativa nasce per offrire la possibilità agli studenti di confrontarsi da vicino con il compositore, ponendogli domande e interagendo in modo diretto con lui e con la sua musica.

Programma

Mercoledì 27 marzo 2019, ore 17.30
Orchestra di Padova e del Veneto
NICOLA SANI
MARCO ANGIUS Direttore
Sani Deux, le contraire de “un” (2012, prima esecuzione italiana)
Mahler/Schoenberg Lieder eines fahrenden Gesellen

Mercoledì 10 aprile 2019,  ore 17.30
Orchestra di Padova e del Veneto
Sala dei Giganti al Liviano
NICOLA SANI
MARCO ANGIUS Direttore
Sani Deux, le contraire de “un” (2012, prima esecuzione italiana)
Mahler/Schoenberg Lieder eines fahrenden Gesellen

Venerdì 3 maggio 2019, ore 17.30
Orchestra di Padova e del Veneto
Sala dei Giganti al Liviano
NICOLA SANI
MARCO ANGIUS Direttore
Sani Gimme Scelsi (2013, prima esecuzione italiana)
Scelsi Quattro pezzi su una nota sola (1959)

I tre concerti della sera saranno anticipati da una prova generale aperta alla mattina e rivolta alle scuole superiori, a partire dalle ore 10.30, dal titolo evocativo "Prima del suono".

Informazioni
biglietto intero: € 10,00
ridotto studenti e under 35: € 8 e € 5

Prima del suono: Biglietto unico € 3,00 -  acquistabile il giorno stesso dalle ore 10 al botteghino della Sala dei Giganti

Orchestra di Padova e del Veneto
Tel. 049 656848 - Tel. 049 656626
info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it

Festival della Salute Globale

Festival della Salute Globale

Ia edizione 2019

La salute globale non è soltanto un diritto fondamentale di ogni uomo che viva su questa terra, ma riguarda da vicino lo sviluppo dei popoli e la pace. Per valutare lo stato di salute di una persona o di una comunità oggi è, quindi, necessario tener conto delle condizioni, sociali, ambientali, economiche e culturali in cui ciascun essere umano vive. Si tratta di allargare lo sguardo sia in senso geografico, analizzando l’interdipendenza esistente tra fenomeni locali e globali (al Nord come al Sud del mondo) sia in senso disciplinare, perché ci si avvale del contributo non solo delle scienze mediche ma anche di quelle sociali e umane, dell’economia, del diritto.  
Questa è la proposta della prima edizione del Festival della Salute Globale, che si terrà a Padova dal 5 al 7 Aprile 2019.

Medici, scienziati, studiosi, esperti, giornalisti e rappresentanti delle istituzioni affronteranno temi come l’impatto delle nuove tecnologie, le grandi migrazioni, l’accesso alle cure, la povertà, le grandi questioni legate a quelle stagioni della nostra vita in cui siamo più fragili come l’infanzia e la vecchiaia. Abbiamo scelto gli esperti più autorevoli dando loro un compito preciso: coniugare rigore scientifico e chiarezza ed efficacia nell’esposizione.

Programma completo

Informazioni
Nicola Attadio-Ufficio stampa, Editori Laterza attadio@laterza.it
Carla Menaldo-Ufficio stampa, Università di Padova carla.menaldo@unipd.it
Franco Tanel-Ufficio stampa, Comune di Padova tanelf@comune.padova.it

DETOUR 2019

DETOUR 2019

Festival del cinema di viaggio

Programma e Giuria Concorso Internazionale

Programma Viaggio in Italia

Programma incontri

Programma eventi speciali

Alla sua settima edizione la Rassegna Detour Festival del Cinema di Viaggio si duplicherà tra Abano Terme e Padova, dal 22 al 31 marzo 2019 e sarà organizzata dal Comune di Padova-Assessorato alla Cultura.
La specificità del festival, unico nel suo genere, è quella di presentare film che affrontano il tema del viaggio in modo trasversale e non scontato.
Tante le novità di questa nuova edizione, vi è la​ durata​, che passa​ da sei a nove giorni​, e il coinvolgimento di ​più sale​: alla storica sala Fronte del Porto presso il ​cinema PortoAstra si affiancheranno  anche il ​cinema MultiAstra​ di ​Padova ​e il ​cinema Marconi ​di ​Abano Terme​.

Parlare di cinema è infatti parlare di viaggio.
I film del Festival cercheranno di approfondire il tema del viaggio in tutte le sue possibili declinazioni: fuga, esilio, migrazione, esplorazione, vagabondare, viaggio di ritorno, viaggio di scoperta, viaggio di formazione, spaesamento e attraversamento. Detour affronta i vari aspetti, considerando ogni linguaggio, dal lungometraggio di fiction al documentario d’autore, con un’attenzione sia alle opere inedite dell’ultima stagione che ai film più conosciuti realizzati durante tutto l’arco della storia del cinema. Costruire un festival è sempre un viaggio, complesso e avvincente, fatto soprattutto di buoni compagni d’avventura.

Cuore pulsante del Festival è il ​Concorso Internazionale​, con ​otto film provenienti da tutto il mondo e mai usciti nelle sale italiane​. ​Tutti i film in Concorso verranno proiettati sia al cinema PortoAstra, sia al cinema Multiastra. 
Giuria del Concorso

Il programma accoglie nuovamente la sezione ​Viaggio in Italia​, interamente dedicata al cinema italiano. Tutte le proiezioni legate alla sezione avranno luogo ​dal 22 al 24 marzo in una sede e in un Comune inedito per Detour: il ​cinema Marconi di Abano Terme​. 

La ​terza sezione del Festival raccoglie una serie di ​film speciali​, talvolta meno “in linea” con lo spirito del viaggio che è proprio di Detour, ma con un valore intrinseco che li rende assolutamente meritevoli di uno spazio all’interno del Festival.
Grandi film e grandi autori di cinema, quindi, molti dei quali saranno presenti al Festival per introdurre i loro film - ma non solo: gli eventi speciali di Detour accoglieranno molti altri ospiti come ​sceneggiatori​, ​musicisti​, ​autori letterari e dj​, che racconteranno e condivideranno il ​tema del viaggio attraverso le rispettive arti. 

Sono in cartellone numerosi ​incontri​, organizzati e curati grazie alla collaborazione di numerose realtà del territorio: le librerie ​Pangea e Limerick​; la libreria universitaria ​Il mondo che non vedo​; la fumetteria Fumetti & Soda​; la ​Libreria per ragazzi ​Pel di Carota​.
Il programma degli incontri è stato coordinato dalla scrittrice e blogger di viaggio ​Simonetta Di Zanutto​. 

Evento di apertura di Detour a ​Padova sarà il ​primo concerto padovano di Torso Virile Colossale (​mercoledì 27 marzo, ore 21.00, cinema PortoAstra​), un progetto musicale interamente dedicato al ​cinema peplum italiano anni ‘50 e ‘60​.
L’evento vedrà sul palco cinque musicisti che sonorizzeranno, con composizioni originali, svariati spezzoni di film ispirati al mondo antico, i cosiddetti “sandaloni”. Un ​viaggio nel tempo attraverso gli occhi di un cinema del passato che anche oggi può regalare grandi sorprese.
Sul palco, a fianco al fondatore del progetto ​Alessandro Grazian​, saranno presenti alcuni dei nomi più importanti della musica indipendente italiana: ​Nicola Manzan (Bologna Violenta)​, ​Kole Laca (Il Teatro degli Orrori)​, ​Emanuele Alosi (Stella Maris) e Luciano Macchia (Ottavo Richter)​.

Rassegna a cura di Cinerama, Comune di Padova-Assessorato alla Cultura e Comune di Abano Terme 

Informazioni

I luoghi del Festival
CINEMA PORTOASTRA
via Santa Maria Assunta, 20 – Padova

CINEMA MULTIASTRA
Via Tiziano Aspetti 21 - Padova

CINEMA MARCONI
Via S. Pio X-Abano Terme

Cinerama
+39 049 7997670
info@detourfilmfestival.com
www.detourfilmfestival.com

ArtEmusica 2019

ArtEmusica 2019

La storia dell’arte raccontata in musica

La rassegna ArtEmusica vede come protagonista la Storia dell’Arte, raccontata con il suggestivo supporto di immagini e musica. L'edizione 2019 si articolerà in tre appuntamenti, tutti il sabato pomeriggio/sera.
Il filo conduttore degli incontri sarà la monografia d’artista narrata dalla storica dell’arte Erika Iervolino e legata in maniera indissolubile alla musica, eseguita da docenti, allievi ed ex allievi del Conservatorio “Cesare Pollini”.

Programma

Sabato 16 marzo, ore 18.00
Francisco Goya. Dame, principi e mostri spaventosi

Il primo appuntamento vedrà come protagonista  la vita e l’arte di Francisco Goya che si connotarono sempre per una duplice valenza: quella pubblica, legata alla corte di Spagna e ai suoi protagonisti, e quella privata, popolata di pensieri oscuri e personaggi spaventosi. Ad accompagnare il racconto, i passi leggiadri delle danzatrici Erika Masetto e Deborah Dardano e la musica del ChitarrEnsemble del Conservatorio “C. Pollini”

Sabato 23 marzo, ore 21.00
Pablo Picasso. Un disordine geniale

 L’evento, inserito anche nella rassegna Il Suono e la Parola, condurrà gli spettatori, grazie anche alle proiezioni video mapping di Francesco Lopergolo che illustreranno visivamente il racconto, alla scoperta di Pablo Picasso, uno degli artisti più eclettici, innovativi e controversi del Novecento. Le musiche dal vivo saranno eseguite dal Sabir Ensemble, diretto da Maurizio Camardi, in un viaggio tra jazz e world music.

Sabato 30 marzo, ore 18.00
La Street Art e il magico mondo di Tony Gallo

Nel terzo e ultimo appuntamento la Funkfara Street Band diretta da Yuri Argentino affiancherà gli spettatori nel viaggio alla scoperta della Street Art e del magico mondo del padovano Tony Gallo

Informazioni
Ingresso libero

Tel. 049 8750648
auditorium@conservatoriopollini.it
www.conservatoriopollini.it

Be Comics! 2019

Be Comics! 2019

Le mostre al Centro culturale Altinate San Gaetano

 
Inaugurazione: venerdi’ 22 marzo 2019 ore 18
 
Il Centro culturale Altinate San Gaetano anche quest'anno è la location riservata alle mostre di Be Comics! 2019, organizzate da Arcadia Arte e promosse dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova che saranno aperte in occasione delle due giornate del Festival (23 e 24 marzo) e che resteranno aperte gratuitamente al pubblico sino al 7 aprile. A questa sede si aggiungono altri spazi culturali diffusi in città: lo Spazio Ognissanti, Al Buscaglione, la Libreria Minerva, la Libreria Limerick e la Libreria Zabarella.
Giunta alla terza edizione, Be Comics! propone complessivamente un programma di ben dieci esposizioni dedicate al fumetto. Fra tavole e materiali originali, approfondimenti tematici, grandi autori e protagonisti dell’immaginario italiano e internazionale, BeComics 2019 pone l'attenzione sui maestri Attilio Micheluzzi e Bruno Cannucciari, ed esplorerà i nuovi confini del fumetto internazionale, con le prime mostre mai dedicate in Italia al nuovo fumetto d’autore cinese e alla scena creativa irachena, e con una selezione di progetti di eccellenza firmati sia da giovani che da affermati protagonisti del fumetto italiano contemporaneo.
 
Le mostre allestite al Centro culturale Altinate San Gaetano:
 
Post Pink, il corpo della donna
Una generazione di giovani autrici racconta il corpo femminile, al femminile.
Nove autrici, nove parti del corpo femminile da raccontare, esplorare e illustrare, sotto prospettive e sguardi moderni e contemporanei. Che nel fumetto italiano trovino ampia espressione diverse voci femminili è ormai un fatto, che trova una compiuta affermazione generazionale nell’antologia Post Pink pubblicata da Feltrinelli.
Con storie brevi di Fumettibrutti, Sara Menetti, Alice Milani, Margherita Morotti, Sara Pavan, Cristina Portolano, Silvia Rocchi, Alice Socal e Margherita Tramutoli, Post Pink mette al centro un gruppo di talenti femminili di punta del fumetto italiano odierno.
Un’occasione per scoprire alcune delle migliori giovani voci del fumetto d’autore di domani.
 
Manhua, alla scoperta del fumetto cinese
L’altra faccia del fumetto orientale: il fumetto d’autore cinese.
Se la presenza del fumetto giapponese in Italia è una certezza da ormai decenni, quello cinese comincia ad affermarsi solo negli ultimi anni, con graphic novel di autori che spesso si sono formati lavorando e studiando nel Vecchio Continente.
La presenza - direttamente dalla Cina - del giovane fumettista Zuo Ma, autore del graphic novel Night Bus per Bao Publishing e presto di un albo anche per Canicola Edizioni, è occasione di incontro per mettere a fuoco il fumetto cinese nelle sue varie forme.
La mostra è un excursus sui migliori fumetti cinesi tradotti nel nostro paese, un viaggio affascinante - e ancora ricco di lacune da colmare - che passa per le tavole di Zuo Ma, Zao Dao, Golo Zhao, Nie Jun, Zhao Ze, Li Kunwu, Chihoi e altri ancora. Con testi introduttivi che raccontano il percorso artistico dei vari autori, la mostra vuole introdurre i lettori a una scena fumettistica ancora distante ma che sta progressivamente affermandosi anche in Italia.
 
Saluti dalla fine del mondo
Dopo quindici anni di lavoro, il duo di autori padovani Lise & Talami, rari rappresentanti della tradizione più anarcoide del fumetto comico italiano, ha realizzato il suo libro più folle e complesso, Il futuro è un morbo oscuro, dottor Zurich.
Una storia fantascientifica completamente fuori dai canoni tradizionali, raccontata nello stile surreale e quasi dadaista che contraddistingue i due autori.
In una steppa russa priva di riferimenti realistici, una strana malattia colpisce gli abitanti di un villaggio. Riuscirà il Dottor Zurich a fermare un morbo sconosciuto che, peraltro, si scopre provenire dal futuro?
Grazie a una selezione di tavole e di work in progress da questo inventivo graphic novel, ci si perderà in un mondo imprevedibile, immaginato con eclettismo da narratori che con pochi tratti riescono ad offrire una esperienza tanto originale quanto disorientante.
 
C’è fumetto in Iraq?
La prima esposizione italiana di fumetti realizzati in Iraq: in mostra una selezione di lavori del collettivo Mesaha Comics di Baghdad e del Karge Comic Studio di Sulaimaniyah.
Le esposizioni e pubblicazioni dedicate alla scena emergente del fumetto arabo hanno cominciato solo recentemente a circolare in Europa. Padova testimonia da un punto di vista privilegiato il consolidarsi di questa nuova generazione di autori del Medio Oriente. Be Comics! ospiterà infatti Shirwan Can, figura cardine del nascente fumetto iracheno, animatore culturale di un movimento in completo fermento, insieme all’autrice Chawan Miganned Muhealddin.
 
Informazioni:
I° piano Centro culturale Altinate San Gaetano
Oario continuato 10-19, chiuso lunedì; ingresso libero
Comune di Padova
Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche
tel. 049 8204526
 
Aggiornamenti e ulteriori informazioni: www.becomics.it

Prospettiva Danza Teatro 2019

Prospettiva Danza Teatro 2019

VULCANO-nuovi linguaggi del contemporaneo

Programma

Sedi Rassegna:
Centro culturale Altinate San Gaetano
Sala del Ridotto del Teatro Comunale G. Verdi
Teatro Torresino
Scuola di danza Scarpette Rosse asd-Rubano
Spaziodanza-Sala prove

Vulcano. Nuovi linguaggi del contemporaneo, questo è il titolo dell'edizione 2019 di Prospettiva Danza Teatro titolo che giunge quest'anno alla 21a edizione.
Dal 2 al 14 aprile 2019 la danza contemporanea, la musica dal vivo e di ricerca, il teatro d'Autore, il linguaggio poetico, le arti visive e la fotografia creeranno suggestioni e visioni in occasione di ogni appuntamento del Festival.
Il progetto è a cura del Comune di Padova-Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche, promosso e realizzato in collaborazione con il Circuito Teatrale Regionale Arteven / Regione del Veneto, con la direzione artistica di Laura Pulin.

Il progetto VULCANO nuovi linguaggi del contemporaneo nasce per intraprendere un nuovo e stimolante viaggio negli spazi della nostra città, ripensando, dopo vent’anni dalla prima edizione di Prospettiva Danza Teatro, ad una nuova relazione artistica fra spazio/pubblico, memoria/innovazione e formazione/produzione. Lo spazio dell’Agorà del Centro Culturale Altinate San Gaetano rappresenta un luogo ideale per ridisegnare il progetto artistico e guardare al futuro in un’ottica innovativa e di respiro internazionale.
Nell’ambito della promozione e del sostegno alla creatività si conferma con successo il Premio Prospettiva Danza Teatro ospitato anche quest’anno nella Sala del ridotto del Teatro Comunale G. Verdi. Giunto alla decima edizione, il Premio, si rinnova e apre collaborazioni prestigiose con Centri Coreografici di alto profilo. La Giuria internazionale che presiederà il Premio potrà offrire ai candidati selezionati provenienti da tutto il mondo, premi in danaro offerti dalla Fondazione Cariparo e dalla Fondazione Creativamente, residente artistiche e progetti di produzione. Inoltre, da quest’anno, le creazioni più apprezzate potranno circuitare nei teatri del Veneto e di tutta Italia.
Il Premio rappresenta il cuore pulsante del Festival, ponendo la città di Padova al centro della ricerca e promozione culturale italiana. Quindi il Corpo, sia pure con modalità e intenti diversi, attraverso la danza diventa Arte in trasformazione e raccoglie tutto ciò che rappresenta l’umano: spazio, tempo, respiro, musica, emozione, azione in una vulcanica esperienza creativa

Iniziata nel 1998, la rassegna Prospettiva Danza Teatro ha voluto lanciare un segnale forte e chiaro riuscendo a creare intorno a sè un pubblico sempre più numeroso e attento alla danza e al teatro d"€™avanguardia che ha saputo apprezzare e comprendere a volte anche le proposte più difficili e meno "€œcommerciali"€, dando fiducia e risposte positive a questo progetto culturale.

IL FESTIVAL

Agorà del Centro culturale Altinate San Gaetano

Venerdì 5 aprile, ore 21.15

B.Dance Company
Floating flowers
Sabato 6 aprile, ore 21.15
Francesca Pennini
10 Miniballetti
Domenica 7 aprile, ore 21.15
Collettivo Cinetico
How to destroy your dance
Martedì 9 aprile, ore 21.15
MM Contemporary Dance Company
Gershwin suite/Schubert Frames
Mercoledì 10 aprile, ore 21.15
Masako Matsushita
Monsone
Giovedì 11 aprile, ore 21.15
COB/Compagnia Opus Ballet
Incroci di Danza
Venerdì 12 aprile, ore 21.15
Marco D'Agostin/Teresa Silva
Avalanche
Sabato 13 aprile, ore 21.15
Ziya Azazi
Dervish
Domenica 14 aprile
ore 19

Compagnia Ottavo Giorno
Fragile. Danzare con cura
ore 21.15
E.Sperimenti gdo Dance Company
Convergenze

Sala Ridotto del Teatro Verdi

Martedì 2 aprile, ore 21.00
Premio Prospettiva Danza Teatro 2019

Esibizione dei finalisti davanti al pubblico e alla Giuria Internazionale

RESIDENZE COREOGRAFICHE

Dall'1 al 7 aprile
Banca Etica

PUNK KILL ME PLEASE di Francesca Foscarini
Dal 3 al 12 aprile
Teatro Torresino

MONSONE di Masako Matsushita e Gruppo Nanou

WORKSHOP
Spazio 35 del Centro culturale Altinate San Gaetano
3 aprile, ore 18

PUNK KILL ME PLEASE con Francesca Foscarini
6 aprile, ore 17
CINETICO4.4 con CollettivO CineticO
11 aprile, ore 18
MONSOON LAB con Masako Matsushita
Sala prove di Spaziodanza Padova
13 e 14 aprile
FLAMENCO con Rafaela Carrasco
Scuola di danza Scarpette Rosse asd Rubano
13 e 14 aprile

DERVISH IN PROGRESS con Ziya Azazi

INFORMAZIONI E BIGLIETTI
Abbonamenti e Biglietti

VENDITA PASS e BIGLIETTI presso Centro Culturale Altinate San Gaetano venerdì 5 aprile a partire dalle ore 18.45, nei successivi giorni di spettacolo dalle ore 19.45.

Abbonamenti
Pass 9 spettacoli € 36 (posti non numerati)
Pass 3 spettacoli a scelta € 24 (posti non numerati)

Biglietti non numerati
intero € 12
ridotto € 10 per under 30 e over 65, studenti con tessere Studiare a Padova Card, soci Coop Alleanza 3.0
ridotto € 8 per ragazzi under 16
Gruppi organizzati info tel. 334 2462748

Ingresso gratuito Sala del Ridotto Teatro G. Verdi, fino ad esaurimento dei 90 posti disponibili: 2 aprile ore 21.00 Premio Prospettiva Danza Teatro 2019 e 14 aprile ore 19.00 Fragile - Danzare con cura

Informazioni
COMUNE DI PADOVA Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche
tel. 049 8205611 - 5623

ARTEVEN
cell. 334 2462748 - tel. 041 5074711

PROSPETTIVADANZATEATRO
info@prospettivadanzateatro.it
cell. 347 7523160

www.prospettivadanzateatro.it

 

Giornata europea dei Giusti dell'Umanità

Giornata europea dei Giusti dell'Umanità

Concerto del Duo Felix

Con legge n. 212 del 20 dicembre 2017, il Parlamento italiano ha riconosciuto il 6 marzo come "Giornata dei Giusti dell'Umanità". La giornata è dedicata a mantenere viva e rinnovare la memoria di quanti, in ogni tempo e in ogni luogo, hanno fatto del bene salvando vite umane, si sono battuti in favore dei diritti umani durante i genocidi e hanno difeso la dignità della persona rifiutando di piegarsi ai totalitarismi e alle discriminazioni tra esseri umani.

Il giorno 6 marzo di quest'anno a Padova, il Giardino dei Giusti del Mondo propone un concerto affinchè l'esempio dei Giusti diventi un patrimonio comune dell'opinione pubblica non solo padovana e italiana, ma dell'intera umanità.

Programma
Felix Mendelssohn Bartholdy - Sonata in Fa magg. per violino e pianoforte del 1838
Robert Schumann: Sonata n. 2 per violino e pianoforte in Re min. op. 121

Duo Felix
Composto dalla violinista Martina De Luca e la pianista Beatrice Barison, nasce nel novembre del 2016 nell’ambito degli studi di Musica da Camera presso il Conservatorio Cesare Pollini di Padova.
Il duo è stato premiato al concorso “Città di Piove di Sacco” e ha ottenuto il Primo Premio nella sezione di Musica da Camera del “Grand Prize Virtuoso” di Bruxelles. Si è esibito alla Studio Recital Hall presso il Centre For Fine Arts di Bruxelles, al Festival di Portogruaro e nella prestigiosa Sala Verdi a Milano. Attualmente Martina e Beatrice si stanno perfezionando al "Conservatorio A.Boito" di Parma dove frequentano il Master di II livello in Musica da Camera sotto la guida dei Maestri Enrico Bronzi, Alberto Miodini, Ivan Rabaglia, Pierpaolo Maurizzi, Danusha Waskiewicz.

Informazioni
Ingresso libero

Tel. 049 8205238
giusti@comune.padova.it

RESILIENZA

RESILIENZA

17 artiste per le donne vittime di violenza

Inaugurazione: 7 marzo 2019, ore 18.00

Resilienza, progetto a cura di Associazione Artemisia e Circolo Allende, è un’occasione di riflessione sulla violenza sulle donne: propone infatti un'esposizione di dipinti e sculture aventi ad oggetto il superamento del trauma subito dalla vittima, un dibattito sul tema della rappresentazione della violenza sul corpo delle donne nei media e nell'arte e una performance musica e voce dedicata a varie personalità femminili.

La mostra, a cura di Chiara Coltro, con testo critico di Silvia Gullì, presenta le opere di diciassette artiste: Bianca Beghin, Luisa Bertocco, Sandra Bertocco, Elena Candeo, Chiara Coltro, Nicoletta Furlan, Elena Greggio, Olga Gutu, Maurizia Manfredi, Barbara Menoncello, Vanilla Ragana, Aisha Ruggieri, Laura Sarra, Giovanna Soloni (Asmoga), Laura Spedicato, Claudia Vanni, Paola Zago.

Venerdì 15 marzo alle ore 17 nella sede espositiva si terrà il dibattito Violenza sulle donne nei media e nell'art", a cura di Cristina Tropepi, che vede come relatori:
Marco Monzani, Direttore del Centro Universitario di Studi e Ricerche in Scienze Criminologiche e Vittimologia, Università IUSVE di Venezia;
Giulia Siviero, giornalista e blogger esperta di questioni di genere;
Luisa Fantinel, storica dell'arte, arte terapeuta, apiart, si occupa di iconografia del femminile;
Antonio Di Donfrancesco, psicologo e psicoterapeuta, responsabile del SUM, Servizio Uomini Maltrattanti di Padova.

Un pianoforte ed una voce utilizzati in tutti i modi possibili, dalle corde del pianoforte ad effetti elettronici applicati alla voce, all’uso puramente acustico, saranno i protagonisti della performance di musica contemporanea a cura di Aisha Ruggieri e Giovanna Soloni (Asmoga) dal titolo "FEYA" in programma domenica 31 marzo alle ore 18 in occasione del finissage nella Loggia della Gran Guardia.
La performance è ispirata a 17 donne celebri: Elena Lucrezia Cornaro Piscopia, Milla Baldo Ceolin, Ada Lovelace, Billie Holiday, Peggy Guggenheim, Martha Graham, Amelia Earhart, Artemisia Gentileschi, Shirin Ebadi, Marie Curie, Margherita Hack, Monica Vitti, Calamity Jane, Coco Chanel, Maria Montessori, Simon De Beauvoir, Rachel Carson.

Informazioni
Ingresso libero

Orario 10.00-13.00 e 15.00-19.00, chiuso i lunedì
Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche
serviziomostre@comune.padova.it
tel. 049 8753981

 

I finalisti del Premio Letterario Galileo 2019

I finalisti del Premio Letterario Galileo 2019

Incontri con gli autori

I cinque libri finalisti dell'edizione 2019 del Premio Letterario Galileo 2019 vengono presentati in alcuni incontri pubblici che si svolgeranno nei mesi di marzo-aprile 2019 a Padova. In questi mesi saranno oggetto di lettura e discussione da parte della giuria composta da studenti universitari provenienti da tutta Italia e da studenti delle scuole superiori delle province di Padova e di altre province d'Italia. Sarà questa giuria a scegliere il libro che il prossimo 10 maggio riceverà il Premio Galileo 2019 in una cerimonia presso il l'Aula Magna dell'Università di Padova.
Durante gli incontri con gli autori, giovani studenti e cittadini avranno l’opportunità di conoscere da vicino i cinque scrittori selezionati.

Programma
Inizio incontri: ore 11.30

Martedì 12 marzo
Roberto Defez, Scoperta. Come la ricerca scientifica può aiutare a cambiare l'Italia, Codice Edizioni, 2018

Giovedì 21 marzo
Peter Wadhams, Addio ai ghiacci. Rapporto dall'Artico, Bollati Boringhieri, 2017

Martedì 26 marzo
Pietro Greco, Fisica per la pace. Tra scienza e impegno civile, Carrocci Editore, 2017

Venerdì 5 aprile
Sandra Savaglio, Tutto l'Universo per chi ha poco spazio-tempo, Mondadori, 2018

Giovedì 11 aprile
Cristina Cattaneo, Naufraghi senza volto. Dare un nome alle vittime del Mediterraneo, Raffaello Cortina Editore, 2018

CERIMONIA DI PREMIAZIONE VINCITORE EDIZIONE 2019: 10 maggio 2019, ore 11.30 (Padova, Aula Magna dell'Università di Padova)

Le edizioni precedenti:
Premio Letterario Galileo 2018
Premio Letterario Galileo 2017
Premio Letterario Galileo 2016
Premio Letterario Galileo 2015
Premio Letterario Galileo 2014
Premio Letterario Galileo 2013
Premio Letterario Galileo 2012
Premio Letterario Galileo 2011
Premio Letterario Galileo 2010
Premio Letterario Galileo 2009
Premio Letterario Galileo 2008
Premio Letterario Galileo 2007

Informazioni
Ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche
Tel. ++39 49 8205626-5623-5611
premiogalileo@comune.padova.it

SPERIMENTANDO 2019

SPERIMENTANDO 2019

La scienza per tutti

Inaugurazione: 15 marzo, ore 11.00

Programma

La XVIII edizione di Sperimentando dal titolo La scienza per tutti si presenta particolarmente coinvolgente e ricca di temi, grazie anche a una selezione dei migliori progetti realizzati dalle scuole e dagli organizzatori nelle scorse edizioni.

Sono proposti modelli, esperimenti e curiosità su occhi e visione, si approfondisce il legame tra energia e vita e tra scienza e sport, mettendo spesso a confronto uomini e animali. Si passa dalla storia della fotografia ai colori delle reazioni chimiche. L’energia si presenta con le sue diverse forme e trasformazioni, con particolare attenzione alle fonti rinnovabili. Si sperimentano equilibri improbabili e sorprendenti, ma anche strumenti musicali e terremoti, luci e colori, lenti e specchi. Come in una bottega galileiana si osservano moti, pendoli, piani inclinati e attriti, per poi avventurarsi nell’affascinante scoperta del Cosmo. Si esplora il legame tra scienza e nuove tecnologie, tra semplice e complesso, tra storia della scienza e attualità.
Tutto contribuisce a suscitare curiosità e meraviglia, per imparare divertendosi.

Il 30 e 31 marzo a Sperimentando saranno ospitati i migliori lavori di didattica e divulgazione, proposti da insegnanti italiani, che saranno portati a Cascais in Portogallo alla fiera europea della scienza “Science on stage”

Arricchiscono la mostra con la loro originalità i lavori proposti dagli studenti che partecipano ai concorsi “L’Arte sperimenta con la Scienza” per l’ideazione dell’immaginelogo e “Sperimenta anche tu” per la realizzazione di esperimenti a tema.
La premiazione dei migliori lavori dei due concorsi si terrà mercoledì 3 aprile alle ore 16 presso l’aula magna del Bo, Università di Padova.

Laboratori sul tema della mostra permettono approfondimenti su particolari aspetti, eventi vari come conferenze nelle scuole, visite a musei, alla Specola e ai Laboratori Nazionali di Legnaro e altro completano il programma della manifestazione.
Ecco il programma dei laboratori indirizzati a studenti di tutte le età: Facciamo il pane, Viaggio nel microcosmo, Dagli scherzi elettrici all’elettromagnetismo, Forze ed equilibrio, Che Acqua bevi?, Imparare a comandare i robot, Scienza sulla scena del crimine con la Polizia Scientifica.

Molti gli eventi collegati alla mostra: dalle conferenze presso le scuole alle visite a musei e centri di ricerca, alle osservazioni del sole e al gioco con le bolle di sapone.

La mostra è promossa da: Comune di Padova, Università degli Studi di Padova, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Associazione per l’Insegnamento della Fisica, Direzione Scolastica Regionale del Veneto in collaborazione con la Rete di istituti superiori padovani, enti locali, associazioni culturali del territorio e sponsor privati. 

Per ulteriori informazioni http://sperimentando.lnl.infn.it/

Informazioni e Biglietti
Orari e costi

Assessorato alla Cultura
Settore Cultura-Turismo-Musei e Biblioteche
Tel. 0498204553
didattica.cultura@comune.padova.it

Informazioni e prenotazioni :http://sperimentando.lnl.infn.it/
Cell. 349 6734467

Per informazioni sulle visite, sui laboratori e sugli eventi
email: visitesperimentando@gmail.com

Pagine

L M M G V S D
 
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
 
 
 
 
 
 

Condividi su:

youreporter