padovacultura

padovacultura

Marzo - Giugno 2016

padovacultura

è un nuovo mezzo di informazione dell'Assessorato alla Cultura per promuovere e valorizzare mostre, manifestazioni, incontri, spettacoli, concerti organizzati in città.
Contiene le informazioni di base sulle iniziative da approfondire sulle pagine del sito padovacultura.it
Viene stampato in 15mila copie e distribuito gratuitamente nelle sedi comunali e istituzionali, nelle scuole, nei punti informazione, nelle strutture turistiche di Padova e Terme Euganee, negli esercizi commerciali, nelle sale cinematografiche, nelle librerie, nelle sedi delle categorie economiche.

E' ONLINE il programma primaverile degli eventi.

Informazioni
Settore Cultura Turismo Musei e e Biblioteche
Tel 049 8204502 - 8205611-8204537
cultura@comune.padova.it
manifestazioni@comune.padova.it
 

padovacultura.it

padovacultura.it

Il format che fa cultura

Il 22 ottobre 2014, ore 11.45 presso la Sala Bresciani Alvarez di Palazzo Moroni  è stato presentato uno nuovo strumento di comunicazione e promozione degli eventi più agevole e dinamico. Si chiama

padovacultura.it

e informerà i cittadini su tutte le attività in programma in città. La cadenza di pubblicazione sarà mensile.
A lanciare questo nuovo mezzo di comunicazione è stato l'Assessore Cultura e Turismo del Comune di Padova, dott. Flavio Rodeghiero, con l'obiettivo di promuovere e valorizzare quanto in città viene realizzato in questo ambito: mostre, manifestazioni, incontri, spettacoli, concerti, ecc…
Il pieghevole contiene le informazioni di base sulle iniziative, informazioni che possono essere approfondite collegandosi al sito istituzionale padovacultura.padovanet.it. Sarà stampato in 15mila copie e distribuito gratuitamente, da questo mese, nelle sedi comunali e istituzionali, nelle scuole, nei punti informazione, nelle strutture turistiche di Padova e Terme Euganee, negli esercizi commerciali, nelle sale cinematografiche, nelle librerie, nelle sedi delle categorie economiche.

Ecco  ONLINE il programma degli eventi fino al 30 novembre 2014.

Informazioni
Servizio Mostre-Settore Attività Culturali
Tel 049 8205618 - 8204537 - 8204530
cultura@comune.padova.it

 

 

IL BARBIERE DI SIVIGLIA di G. Rossini

IL BARBIERE DI SIVIGLIA di G. Rossini

Stagione Lirica 2014

Opera di esordio della Stagione Lirica 2014 .
In scena al Teatro Verdi IL BARBIERE DI SIVIGLIA, musica di Gioacchino ROSSINI su libretto di Cesare Sterbini tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais, in coproduzione con Bassano Opera Estate Festival. Il titolo originale è Almaviva, o sia l'inutile precauzione (il titolo attuale sarà utilizzato solo a partire dalla ripresa di Bologna del 1816). Prima di lui, Giovanni Paisiello aveva messo in scena il suo Barbiere di Siviglia nel 1782.
Rossini realizzò la partitura con leggendaria rapidità, ma la prima esecuzione che ebbe luogo il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina a Roma,  fu molto contestata (soprattutto dai sostenitori di Paisiello) divenendo – insieme a La traviata e Madama Butterfly – uno dei fiaschi più famosi della storia dell’opera. Il solo annuncio che Rossini stava preparando una nuova versione del Barbiere di Siviglia aveva suscitato non poche polemiche, anche in considerazione del fatto che all'epoca Paisiello era ancora vivo.
Il fiasco della prima fu però riscattato immediatamente dal successo delle repliche e l'opera di Rossini finì presto per oscurare la precedente versione di Paisiello, divenendo ad oggi una delle opere più rappresentate al mondo.
Il Barbiere di Siviglia, infatti, è uno dei massimi capolavori firmati da Gioachino Rossini e una fra le più belle di tutti i tempi. E’ impossibile non apprezzarne le finezze e non lasciarsi coinvolgere dall’atmosfera giocosa, dalla girandola di trovate, fino a sorprendersi di una comicità che ha più di centocinquant’anni di vita. Merito della ricchezza di idee musicali esplosive e del gusto per timbri vocali e strumentali particolarmente brillanti che ha saputo attraversare i secoli, mantenendo intatta un’inconfondibile dimensione di vivace divertissement.
Il nuovo allestimento per la Stagione Lirica 2014, è firmato dal regista Francesco Esposito, il quale saprà valorizzare le tante sfumature di un grande classico.
L'opera sarà poi in programma il 7 e 9 novembre anche a  Bassano del Grappa, nell'ambito di Bassano Opera Estate Festival.

Venerdì 26 settembre 2014, ore 20.45
Domenica 28 settembre 2014, ore 16.00
IL BARBIERE DI SIVIGLIA

musica di Gioacchino ROSSINI su libretto di Cesare Sterbini tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais.

Personaggi e interpreti
Il Conte d’Almaviva MATTEO MACCHIONI
Don Bartolo PAOLO BORDOGNA
Rosina LAURA POLVERELLI
Figaro NICOLA ALAIMO
Don Basilio RICCARDO ZANELLATO
Fiorello DONATO DI GIOIA
Berta GIOVANNA DONADINI

Coro Città di Padova diretto dal M° Dino Zambello
OPV-Orchestra di Padova e del Veneto (Maestro concertatore e direttore d'orchestra Gianluca Marcianò)
Scene: Tommaso Lagattolla
Regia: Francesco Esposito
Coreografie: Gabriella Furlan Malvezzi

LIBRETTO DI SALA

INFORMAZIONI

BIGLIETTI SINGOLE OPERE
Interi:
- platea, palco di pepiano, centrali I° e II° ordine: 70 euro
- palco laterale I° e II° ordine: 60 euro
- galleria: 30 euro
Ridotti:
- platea, palco di pepiano, centrali I° e II° ordine: 65 euro
- palco laterale I° e II° ordine: 55 euro
- galleria: 28 euro
Rappresentazione fuori abbonamento del 31 dicembre
- platea, palco di pepiano, centrali I° e II° ordine: 85 euro
- palco laterale I° e II° ordine: 75 euro
- galleria: 45 euro

Prevendita singole recite: dal 27 agosto 2014

ABBONAMENTI ALLE TRE OPERE
Interi:
- platea, palco di pepiano, centrali I° e II° ordine: 180 euro
- palco laterale I° e II° ordine: 158 euro
- galleria: 75 euro
Ridotti:
- platea, palco di pepiano, centrali I° e II° ordine: 170 euro
- palco laterale I° e II° ordine: 143 euro
- galleria: 70 euro

INFORMAZIONI

Manifestazioni e Spettacolo
Settore Attività culturali
telefono 049 8205611 - 8205623
manifestazioni@comune.padova.it

Biglietteria del teatro Verdi
via dei Livello, 32 - Padova
telefono 049 87770213 - 8777011
sito www.teatrostabileveneto.it

ItineRARI

ItineRARI

9 tour "rari" in occasione della Giornata delle malattie rare

Il 29 febbraio 2020, in occasione della giornata internazionale di sensibilizzazione sulle malattie rare Rare Disease Day@ vengono organizzati nel Centro Storico di Padova 9 tour rari della durata di 1 ora e 30 minuti ciascuno.

La prima giornata delle malattie rare si è tenuta il 29 febbraio 2008 in numerose nazioni europee e in Canada attraverso l' Organizzazione canadese per le malattie rare.
La data è stata scelta perché il 29 febbraio è un "giorno raro". La Giornata delle malattie rare nasce per sensibilizzare le persone sulle malattie rare e migliorare l'accesso alle cure e alla rappresentanza medica per le persone con malattie rare e le loro famiglie

Programma

Informazioni
Partecipazione con offerta minima consapevole (Euro 10,00)
Le somme raccolte verranno destinate interamente alla Fondazione Città della Speranza che finanzia la ricerca scientifica per le malattie pediatriche.

Prenotazioni
itinerari29febbraio@gmail.com
Cell. 333 7240623

Porta Aperta 2020

Porta Aperta 2020

Primavera - Estate 2020

 
Per il 2020 il Progetto Porta Aperta, per l’ottavo anno consecutivo, curato dall’Associazione Xearte riprende l’attività di esposizioni, incontri, installazioni, proiezioni, performance.
 
In questo suggestivo monumento del 1528, del famoso architetto Giovanni Maria Falconetto (VR 1468-Pd 1535), che fu anche pittore e scenografo, vi si svolgeranno le attività con mostre, eventi teatrali e musicali..., attraverso le quali si intende fare un’operazione di restituzione alla città di uno spazio in cui fare cultura, arte e in cui incontrarsi, scambiarsi opinioni, declamare poesia, ascoltare musica, svolgere performance di varia natura...
 
Gli eventi proposti si inseriscono nella programmazione primaverile ed estiva del Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche del Comune di Padova, con il supporto dell’Associazione Xearte, e intendono tener vivo un dibattito culturale ed un interesse consapevole verso un luogo storico e artistico così carico di significati simbolici nella vita cittadina, durato cinque secoli.
 
PROGRAMMA
 
7 - 22 marzo 2020
MOSTRA "RE_CUPERO D’IDENTITA’"
GIORGIO BELLINGARDO E ANTONIO SACCO
Inaugurazione: sabato 7 marzo, ore 18:30
La mostra di pittura dell'autore Antonio Sacco ha l'intento di rivisitare, in chiave contemporanea, i miti e i riti dell'antica popolazione slava dei "DAUNI" detti anche "LUPI" che colonizzarono il nord della Puglia prima della formazione dell'impero romano. L'evento ha lo scopo di divulgare e far riscoprire memorie ancestrali sopite nel tempo e al recupero consapevole di un patrimonio identitario dimenticato che non solo accomuna le origini dell'artista ma anche di quelle, seppur diverse, popolazioni primitive dell'Italia settentrionale.
E’ curioso che la nascita della pittura moderna con l’impressionismo, coincida con la nascita del tessuto jeans. Brandelli di questa tela vengono riconvertiti da Giorgio Bellingardo, con tanto di cuciture e borchie in opere dove lo scenario si fa ampio, dove l’orizzonte, non vuole nascondere o celare, ma desidera raccontare la storia non sempre trasparente. Una pittura fatta di cuciture sottili, mai scontate rivisitate con l’occhio di un sarto attento, dove l’amore per il mestiere, per la vita, non egoisticamente solo la propria, si fa segno generatore di albe gentili, per raccontare colori intimi e sinceri.
 
 
26 marzo - 15 aprile
VIAGGI… INCANTI …
SERGIO MARCHIORO - ANNA MARIA SCHIAVO - MARIA PIA TORCELLI
Inaugurazione: giovedì 26 marzo, ore 18:30
C’era una volta un re seduto sul sofà che disse alla sua dama: raccontami una storia che parli di viaggi e di incanti e la storia cominciò…
Le fantasiose sculture di Sergio Marchioro, mentre giocano con l’aria, raccontano viaggi come desideri e curiosità divertenti, preziose armonie spaziali, ma anche grandi insidie e dolorose necessità.
Annie c’est moi ama “illustrare“ le persone, ponendole tra gli elementi per lei vitali: aria, acqua e terra. Coi suoi colori descrive le loro anime. Immancabile la presenza di animali, spesso alati, esseri viventi a lei congeniali per indole. Annie è istintiva, guarda le persone e ne sente il colore, quel colore che diventa anche parola.
Infiniti sono i viaggi nell’anima per Maria Pia Torcelli e lungo il viaggio la ricerca e l’attesa estatica di qualcosa che deve venire: l’incanto per la foglia che si stacca lenta dal ramo, per l’uccello che continua il suo volo, in fondo lontananze irraggiungibili e mille bagliori tra i rami.
Sergio Marchioro dal 1971 espone e partecipa a molte mostre. La sua formazione artistica si è realizzata frequentando l’Istituto di Arte Applicata, la Facoltà di Architettura, corsi di incisione e di illustrazione. E’ stato docente di Arte ed Immagine nella scuola pubblica, ha tenuto corsi di disegno, acquerello e ceramica presso università del tempo libero.
Maria Pia Torcelli, nata a Udine e vive a Padova. Ha frequentato nel 1985-86 la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia dove ha approfondito la tecnica dell’incisione calcografica, nella stessa scuola ha appreso nel 2005-2006 la xilografia. Si è dedicata anche alla scultura. Ha allestito numerose mostre in Italia e all’estero. La prima personale di xilografie nel febbraio 2014.
 
 
18 - 30 aprile
MOSTRA DI PITTURA "MAGICA PERSIA IN DIALOGO"
PAOLA GAMBA E NAHID KHALEGHPOUR
Inaugurazione: sabato 18 aprile, ore 18:30
Bellezza, cultura, storia, umanità, elementi indimenticabili per chi ha vissuto in Iran... Emozioni forti, incancellabili per chi ha da poco visitato l'Iran... Insieme, Nahid e Paola, in questa esposizione rivivono la magia della Persia e la magia dell'Arte che unisce e rafforza il loro dialogo...
Una visione da due punti di vista: una dall’interno, dal vissuto del paese, uno dall’esterno, come visitatrice, a confronto.
Paola Gamba. Nata a Thiene (VI) vive e lavora a Portogruaro. Ha approfondito lo studio della figura e del ritratto, realizzati con una sottolineatura espressionista. Si é interessata in particolare al rapporto che la luce crea con lo spazio e con le scansioni anatomiche. In seguito ha concentrato la sua ricerca sul linguaggio informale-astratto che le ha permesso di uscire dal perimetro condizionante della figura e di esprimersi con tecniche miste utilizzando superfici ottenute dall’assemblaggio di colore e collage, di materia e trasparenza. Ha frequentato la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia e successivamente corsi di pittura a Berlino Boehlen, Halle, Lipsia e Lienz. Le sue ricerche continuano sia in ambito figurativo che astratto perché, come afferma l'Artista, “non esiste contraddizione tra i due generi, ma consequenzialità, la contraddizione é solo apparente”. Ha esposto in numerose personali e collettive in Italia e all’estero, inoltre ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali riscuotendo premi e riconoscimenti.
Nahid Kaleg. Artista e insegnate di arte visiva è un'insegnate artista che, oltre ad esprimere la sua arte con una suggestiva produzione di acquarelli, si dedica quotidianamente di allievi di ogni età. Il suo percorso artistico inizia negli anni dell'adolescenza in seno alla famiglia, dove tutti, a cominciare dal padre, coltivano l'hobby della pittura. Intraprende studi accademici di arte e comincia a dedicarsi alla pittura che non ha mai abbandonato, fino ad oggi. Collabora con il Comune di Padova e tiene corsi privati.
 
 
2 - 14 maggio
ARTEGRAFANDO. Libere espressioni artistiche
TINO BRUGNOTTO - LUCA PEGORARO - ALBERTO ZAMPIERI
Inaugurazione: sabato 2 maggio, ore 18:30
In esposizione libere espressioni artistiche diverse tra loro, ma unite da un unico filo conduttore che è l’arte!
Luca Pegoraro: astratto, materico, minimale in una ricerca continua. Tino Brugnotto: colori e cromatismi fantasiosi abbinati a soggetti e luoghi reali. Alberto Zampieri: ritratti, attimi e particolari della vita di tutti i giorni.
Informazioni: orario 16 - 20
 
 
16 - 27 maggio
ANDREAS KRAMER presenta la
COLLETTIVA DI PITTURA "METAMORFOSI"
Inaugurazione: sabato 16 maggio ore 18:30
Il maestro Andreas Kramer presenta alcuni artisti dell’Associazione Xearte sul tema Metamorfosi. Al centro del workshop fatto appositamente a febbraio presso la sede Xearte sta la pittura astratta e la trasformazione dal figurativo al astratto. L'ispirazione viene non solo dalla propria fantasia ed intuizione ma anche da altre opere pittoriche come per esempio dagli affreschi del ‘300 che si trovano in città. Padova é ricca di esempi di affreschi particolarmente interessanti. Non solo Giotto! Cerchiamo di portare queste ispirazioni tramite una serie di metamorfosi al presente e trasformare idee che vengono dal passato in opere dell`Arte Contemporanea. Il workshop fa parte di una serie di iniziative, di cui anche varie mostre, che cercano di rivalutare la testimonianza degli affreschi di Padova. Come si può reinterpretare un quadro di un pittore d’altri tempi? Cosa ci può dire? Quale creatività può sviluppare in un linguaggio attuale? Gli artisti hanno scelto individualmente di lavorare con materiali e tecniche le più varie mettendo sulle loro opere quanto elaborato dal linguaggio artistico che, attraverso i secoli, è pervenuto a noi attraverso mille e una metamorfosi.
 
 
29 maggio - 11 giugno
COLLETTIVA DI PITTURA "TRANSIZIONE: VIAGGIO NELLA PITTURA ASTRATTA"
a cura di Nicoletta Furlan
Inaugurazione: venerdì 29 maggio, ore 18:30
La materia di cui sono fatti i pensieri è il seme dell’artista. Sogni che hanno origine dal pennello del pittore. E, poiché l’occhio è la sentinella del cervello, trasmetto le mie più intime percezioni tramite l’arte, la mia visione del mondo” (Arshile Gorky).
Esposizione di opere del percorso svoltosi da ottobre 2019 a maggio 2020 all’interno della pittura astratta. Spesso quando si parla di pittura astratta si pensa a macchie colorate disposte su tela completamente incomprensibili, che potrebbero benissimo essere il prodotto della mano inquieta di un bimbo di pochi anni. E’ giusto però tener presente che, contrariamente alle apparenze, anche l'arte astratta, non meno di quella figurativa, soggiace a regole e a principi compositivi ben precisi, pur rimanendo libera espressione dello stato d’animo e delle esperienze interiori dell’artista. Insieme abbiamo svolto un percorso, addentrandoci man mano sempre più in questo universo affascinante e colorato, attraverso il quale abbiamo affrontato la composizione, il ritmo, il colore, la luce, l’armonia, passando dall’astrattismo geometrico all’astrattismo lirico, dall’espressionismo astratto all’action painting, dal color field, all’informale materico.
Partecipanti: Teresa Bellini, Morena Brigato, Marilena Carosello, Carla Carraio, Lorenza Fiocchi, Maria Furlan, Giovanni Galiazzo, Chiara Grigoletto, Graziella Guariso, Paola Tardone, Antonella Ranieri, Paolo Schiavon, Ruggero Limonato, Linda Verani.
 
 
13 - 25 giugno
MOSTRA DI PITTURA E SCULTURA "INTENZIONI POETICHE"
LORIS NARDO E ROSARIA ROCO
Inaugurazione: sabato 13 luglio, ore 18:30
SACRI MOSTRI E VENERI ANATOMICHE. Sculture in legno, ceramica e residui assemblati.
Loris Nardo dice di sé: “Ho fatto molti mestieri ed ereditato svariati interessi. La scultura è uno di questi. Mi considero un dilettante, ma cerco di lavorare con l’impegno e l’ambizione estetica di un professionista (in passato ho costruito e esposto centinaia di burattini per mantenermi agli studi). Faccio cose moderne, cercando tuttavia di rimanere nel solco di una tradizione antica, che da Prassitele a Rodin mette la figura umana al centro dell’interesse artistico. Sono perlopiù busti maschili o femminili, con volti naturalistici e corpi immaginari. Possono essere ritratti trasfigurati, o figure allegoriche, oppure personaggi storici che mi hanno mandato un messaggiato dalla loro epoca.
INTENZIONI POETICHE
"Lacrime e perle... acqua gelata scorre adesso oltre lo sguardo altrove".
Altrove é dove ci porta il processo creativo di Rosaria Roco, un viaggio intimo e introspettivo che attraversa l'astrattismo emozionale in un continuo fluire quasi musicale, incontrando la figura umana ispiratrice e i suoi diversi stati d'animo. Nelle sue tele il colore ad olio, sempre forte e persuasivo, ci seduce e la magia della parola scritta ci conforta o inquieta.
 
 
27 giugno - 9 luglio
MOSTRA DI PITTURA "TRASFORMAZIONI"
BARBARA ROHR
Inaugurazione: sabato 27 giugno, ore 18:30
Il titolo della mostra racconta l'intenzione dell'artista di visualizzare le continue trasformazioni osservate nella natura, nel suo ambiente, nel tempo e nello spazio, così come nella sua stessa vita. Esprime le sue osservazioni e le sue esperienze nelle trasfigurazioni sia in forma figurativa che astratta, mettendo così in relazione la storia e le storie viste attraverso gli occhi della mente. L'uso di materiali riciclati, prevalentemente carta e cartone, e manipolando la loro struttura originale, fa parte di per sé dell'idea di trasformazione, dando nuova vita a ciò che è stato scartato.
Barbara Rohr di origine Svizzera, dal 2017 vive e lavora a Padova. Ha continuamente proseguito la sua educazione artistica frequentando corsi di disegno, grafica e pittura e nelle moltiplici tecniche. Appassionata sperimentatrice, porta avanti suoi temi attraverso una continua ricerca interiore e tecnica.

 

Informazioni generali sulla rassegna:
Aperto tutti i giorni dalle 16 alle 19, chiuso lunedì; ingresso libero.
Xearte Associazione di Promozione Sociale
cell. 348 3708079 - tel. 049 654263

Trekking del Santo

Trekking del Santo

Sui passi del Santo a Padova, lungo il cammino di Sant'Antonio

Programma

Camminare lungo le strade di Padova, toccando angoli insoliti e luoghi simbolo della città, ricalcando i passi del suo Santo protettore dal Santuario dell’Arcella sino alla sinuosa ansa del Bacchiglione, dalla quale i pellegrini, un tempo, si dirigevano verso sud per raggiungere i luoghi della tradizione devozionale.
L’itinerario si sviluppa con aneddoti legati alla vita del Santo di Padova, in un Cammino ricco di storia che emerge ad ogni angolo della città. Un viaggio lento attraverso i secoli, le cui testimonianze riempiono di bellezza gli occhi del visitatore: dalla Torre dell’Orologio di Piazza dei Signori, al Palazzo della Ragione con la “pietra del vituperio” conservata al suo interno, dai chiostri della Basilica di Sant’Antonio, al Prato della Valle con l’Isola Memmia, le sue 78 statue, la Basilica di Santa Giustina, ma anche luoghi meno conosciuti come i Bastioni della Gatta e Alicorno, la Chiesa del Carmine con i vicini Porta e Ponte Molino, le Chiese di San Canziano e Santa Croce, l’Oratorio dei Colombini di via dei Papafava e il romano Ponte San Lorenzo, fino allo scorrere dell’acqua del fiume Bacchiglione.

La parte iniziale del trekking, è costituita dal tratto finale dell’Ultimo Cammino: il percorso che ricalca l’ultimo viaggio di Sant’Antonio prima di morire. Proprio in corrispondenza del punto in cui l’Ultimo Cammino si interrompe, con l’aggravarsi delle condizioni di salute del Santo, costretto a ricevere l’estrema unzione prima di abbandonarsi al Suo Signore, sorge il Santuario dell’Arcella, dal quale prende avvio questo trekking.

Partenza:
Santuario dell’Arcella, via L. Bressan, 1  (fermata del tram Arcella
Percorso:
Chiesa Arcella, viale Arcella, via T. Aspetti, cavalcavia Borgomagno, viale Codalunga, piazza Mazzini, via T. Tasso, p.zza F. Petrarca, Ponte Molino, via Dante, piazza dei Signori, via S. Manin, via San Canziano, inizio via S. Francesco, via del Santo, piazza del Santo, via L. Belludi, Prato della Valle, corso Vittorio Emanuele II, Santa Croce, Giardini del Bastione Alicorno, attraversamento passerella pedonale Ponte Goito, via Goito, via Isonzo, passerella ciclopedonale B. Daga, via Vittorio Veneto.
Punto di arrivo:
Ponte sul lungargine dei Barcari  (fermata del tram Bassanello a 450 metri)

Informazioni
Prenotazione obbligatoria - Posti limitati
Tempo di percorrenza: circa 4 ore e mezza con breve pausa presso la Basilica di Sant’Antonio
Lunghezza: 7 km
Difficoltà: bassa, ma a passo sostenuto, indicate scarpe sportive

Prenotazioni
Cell. 366 4210602 -  392 8852228
La partecipazione è gratuita per i soci dell’associazione, per i non soci è richiesta l’iscrizione (quota € 10)
www.associazioneilcamminodisantantonio.org
 

Scolpire il tempo

Scolpire il tempo

Omaggio al regista Andrej Tarkovskij

Un omaggio al genio visionario di Andrej Tarkovskij, regista e sceneggiatore scomparso prematuramente a Parigi nel 1986, a soli 54 anni d’età.
Da lunedì 10 febbraio al Lux un appuntamento da non perdere per i cinefili e per tutti gli amanti del grande cinema con la rassegna “Scolpire il tempo” che fino al 18 marzo offrirà agli spettatori l’occasione per (ri)vedere su grande schermo i capolavori girati dal regista sovietico dal 1974 al 1986, anno della sua morte. Alcune di queste pellicole saranno proiettate sia in versione doppiata, sia in versione originale sottotitolata.
Dopo la serata inaugurale, che prevede un solo film in programma alle ore 21, la rassegna comprende in tutto altri 6 giorni, tutti con doppia proiezione (ore 18 e ore 21).

Programma
lunedì 10 febbraio, ore 21.00
Andrej Tarkovskij. Il cinema come preghiera (doc. 2019, 97')

Film documentario appena uscito e firmato dal figlio del regista, che ha utilizzato materiali inediti come registrazioni audio, interviste video, lezioni di regia custoditi nell'Archivio Tarkovskij di Firenze.
Info: solo per la serata inaugurale l’ingresso sarà a offerta libera.

mercoledì 12 febbraio, ore 21.00
Andrej Tarkovskij. Il cinema come preghiera (doc. 2019, 97')

lunedì 17 febbraio
ore 18.00 - Lo Specchio, 1974 (105') V.O.S.
ore 21.00 - Stalker, 1979 (155') V.O.S.

lunedì 24 febbraio
ore 18.00 - Stalker, 1979 (155')

ore 21.00 - Nostalghia, 1983 (121')

lunedì 2 marzo
ore 18.00 - Nostalghia, 1983 (121')
ore 21.00 - Sacrificio, 1986 (149') V.O.S.

lunedì 9 marzo
ore 18.00 - Sacrificio, 1986 (149') V.O.S.
ore 21.00 - Andrej Tarkovskij. Il cinema come preghiera, doc. 2019 (97')

mercoledi 18 marzo
ore 18.00 - Andrej Tarkovskij. Il cinema come preghiera, doc. 2019 (97')
ore 21.00 - Andrej Tarkovskij. Il cinema come preghiera, doc. 2019 (97')

Informazioni
Il biglietto unico per i film della retrospettiva costa 5 euro, mentre per il documentario in prima visione l’ingresso costa 8 euro.

The Last tyconn-Cinema Lux
Tel. 049 715596
www.movieconnection.it
www.tycoon.pd.it
tycoon.pd@gmail.com

 

Jazz@CaffèPedrocchi

Jazz@CaffèPedrocchi

Mercoledì 12 febbraio al Caffè Pedrocchi di Padova si inaugura la terza annata della rassegna musicale Jazz@CaffèPedrocchi: la stagione di concerti a cadenza mensile la cui programmazione manterrà accesa la fiaccola del jazz nello storico locale sino al prossimo autunno, quando confluirà nel cartellone del Padova Jazz Festival.

Per ora vengono rivelati i primi tre concerti, tutti sotto il segno degli incontri tra musicisti italiani e nordamericani: il trio del pianista Massimo Faraò con Steve Williams alla batteria (12 febbraio), il quartetto del sassofonista canadese Robert Bonisolo (11 marzo) e il quintetto del pianista Luigi Bonafede, che vanta la presenza della cantante Dawn Mitchell (16 aprile).

Tutti gli appuntamenti inizieranno alle ore 21:45 e saranno a ingresso libero, con possibilità di prenotare tavoli. Sarà possibile anche cenare al Pedrocchi, dalle ore 20:00.

Jazz@CaffèPedrocchi è organizzato dall’Associazione Culturale Miles, in collaborazione con il Caffè Pedrocchi e con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova.
Il programma è scaricabile qui a fianco.


Info:
Associazione Culturale Miles
Via Montecchia 22 A, 35030 Selvazzano (PD)
tel. 347 7580904
e-mail segreteria@padovajazz.com

Caffè Pedrocchi
via VIII Febbraio 15, 35122 Padova (PD)
www.caffepedrocchi.it

ingresso libero con possibilità di prenotazione tavolo:
tel. 049 8781231
email: prenotazioni@caffepedrocchi.it

Direzione artistica: Gabriella Piccolo Casiraghi

Ufficio stampa: Daniele Cecchini
cell. 348 2350217
e-mail: dancecchini@hotmail.com

Alla scoperta della Padova Urbs Picta

Alla scoperta della Padova Urbs Picta

Ciclo di eventi 2020

Percorso di iniziative per favorire la scoperta degli 8 siti protagonisti di Padova Urbs Picta.
La rassegna "Alla scoperta della Padova Urbs picta" prevede la realizzazione di 7 appuntamenti nell’ambito del bando "La Città delle Idee" per valorizzare i luoghi che fanno parte del circuito monumentale Urbs Picta, selezionato per la candidatura a sito Unesco.
Tutti gli eventi saranno introdotti da una breve descrizione o visita guidata del luogo che li ospita e verranno ripresi da videomaker professionisti che produrranno alcuni videoclip promozionali che verranno poi diffusi sul web per far conoscere su scala internazionale le bellezze culturali e architettoniche cittadine.

Programma a cura di Scuola di Musica Gershwin.

Programma

giovedì 4 luglio 2019, ore 23.30
Cappella degli Scrovegni | piazza Eremitani, 8
PAOLO FRESU LIVE SESSION

con Paolo Fresu (tromba, flicorno)
Il celebre trombettista sardo Paolo Fresu, ambasciatore del jazz italiano nel mondo, protagonista di un’esecuzione musicale live all’interno della Cappella degli Scrovegni circondato dagli affreschi di Giotto.

domenica 1 dicembre 2019, ore 18.45
Oratorio di S.Giorgio | piazza del Santo
CONCERTO VOCALE IN MEMORIA DI LEONARDO

con La Stagione Armonica
diretta dal M° Sergio Balestracci
Evento speciale dedicato alle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci con un concerto dell’ensemble La Stagione Armonica diretto dal M° Sergio Balestracci che eseguirà musiche di Josquin Desprez, il più grande tra i musicisti della scuola franco-fiamminga e il punto di riferimento di tutto lo sviluppo polifonico del Rinascimento.

domenica 1 marzo 2020, ore 16
Chiesa degli Eremitani | piazza Eremitani
ALLA SCOPERTA DELLA CHIESA DEGLI EREMITANI TRA AFFRESCHI E RACCONTI

con Silvio Barbiero (voce narrante)
Un’opportunità unica di scoprire una delle chiese più importanti della nostra città – antichissima sede agostiniana, famosa per la Cappella Ovetari, uno dei capolavori del Mantegna – accompagnati da storici dell'arte di ImmaginArte e da alcune letture dell’attore Silvio Barbiero, protagonista della scena teatrale padovana con i progetti firmati da MareAltoTeatro.

giovedì 5 marzo 2020, ore 18:45
Reggia Carrarese | via Accademia, 7
GALILEO: LE MONTAGNE DELLA LUNA E ALTRI MIRACOLI

con Andrea Pennacchi (voce narrante) e
Giorgio Gobbo (voce, chitarra)
Un recital che racconta la storia di Galieo Galilei dal momento in cui rivolse il suo cannocchiale verso il cielo, con la meraviglia di un bambino. Un omaggio tra parole e musica al grande astronomo che ha mandato in frantumi “la fabbrica dei cieli” aristotelico-tolemaica, l’uomo le cui capacità condussero alla vittoria del copernicanesimo e alla fondazione della scienza moderna.

giovedì 12 marzo 2020, ore 21:00
Museo Diocesano | piazza Duomo
MAURIZIO CAMARDI TRIO

con Maurizio Camardi (sassofoni, duduk), Sergio Cossu (tastiere), David Soto Chero (chitarre)
Universi sonori a confronto, dal jazz alla world music con tre grandi musicisti che si incontrano sul palco, si scambiano stimoli ed energie, si confrontano e scontrano finendo per trovare una sintesi elegante, raffinata ma “popolare” allo stesso tempo.
Dagli strumenti a fiato di Maurizio Camardi alle chitarre di David Soto Chero passando per il suono del live electronics di Sergio Cossu, storico tastierista dei Matia Bazar.

sabato 14 marzo 2020, ore 11:00
Oratorio di San Michele | riviera Tiso da Camposampiero, 32
ALLA SCOPERTA DELL’ORATORIO DI SAN MICHELE CON LE NOTE DI ALESSANDRO TOMBESI

con Alessandro Tombesi (arpa)
Un’esperienza unica tra arte e musica dal vivo con la visita dell’Oratorio di San Michele (antica chiesa dedicata a San Michele e ai Santi Arcangeli, che ospitava anche affreschi di Jacopo da Verona) a cura dell’associazione La Torlonga e l’esibizione del giovane e talentuoso arpista Alessandro Tombesi, protagonista della scena musicale padovana con i progetti firmati da Atelier Calicanto.

domenica 15 marzo 2020, ore 11:00
Palazzo della Ragione | piazza delle Erbe
ALLA SCOPERTA DI PALAZZO DELLA RAGIONE CON LE NOTE DELL’OPV

con Orchestra di Padova e del Veneto
diretta dal M° Marco Angius
Un’opportunità unica di scoprire uno dei monumenti più rappresentativi della nostra città accompagnati da storici dell'arte di ImmaginArte e dalle note dell’Orchestra di Padova e del Veneto che eseguirà L’Idillio di Sigfrido composto da Richard Wagner nel 1870.

Informazioni
Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, su prenotazione, fino a esaurimento posti.

PRENOTAZIONE
Si effettua online al link padovaurbspicta.eventbrite.com
Consente all'accesso al luogo dell'evento pressentandosi con la conferma di prenotazione entro 15 minuti prima dell'orario indicato per l'inizio dell'evento. Oltre tale orario le prenotazioni non verranno più considerate valide e l'accesso potrà essere aperto ai non prenotati fino a esaurimento dei posti previsti dall'organizzazione per ciascun evento.

Scuola di Musica Gershwin
www.spaziogershwin.org
Cell. 342 1486878

The armed man. A mass for peace

The armed man. A mass for peace

Concerto per soli, coro e orchestra

 
Domenica 9 febbraio 2020 alle ore 18 al Tempio del Sacro Cuore via Sacro Cuore, 18 a Padova, le associazioni Popoli insieme e Unica terra propongono un concerto per soli, coro e orchestra, per festeggiare i 30 anni di attività.
 
Il coro Mortalisatis di Maserà di Padova (M° Thomas Valerio), il Coro giovanile di Thiene (M° Silvia Azzolin) e l’Ensemble strumentale Mortalisatis eseguono “The armed man. A mass for peace” di Karl Jenkins. Dirige il M° Ignacio Vazzoler.
 
Evento realizzato con il patrocinio del Comune di Padova ed inserito tra le iniziative di Padova Capitale europea del volontariato 2020.
 
 
 
Informazioni:
Ingresso ad offerta libera
Associazione Popoli insieme
tel. 049 2955206 - info@popolinsieme.eu
 
Associazione Unica terra
tel. 049 8764958 - unicaterra.ut@gmail.com
www.unicaterra.org
 
 

Pagine

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
 

Condividi su:

youreporter