Il tempo dell'Ulivo: Italia chiama Europa

Il tempo dell'Ulivo: Italia chiama Europa

La Fiera delle Parole 2019

Tra i numerosi e prestigiosi appuntamenti dell'edizione 2019 del Festival La Fiera delle Parole si segnala la presentazione del libro di A. Colasio: Il tempo dell'Ulivo
Sarà presente Romano Prodi, protagonista di quella vicenda politica.

Con:
Andrea Colasio, studioso dei partiti politici e deputato nella XIV e XV legislatura, è oggi assessore alla Cultura nel Comune di Padova
Renzo Guolo, insegna sociologia delle culture e sociologia della politica all’Università di Padova. È editorialista del quotidiano «La Repubblica».
Paolo Possamai, è giornalista e scrittore. Nell’aprile del 2016 passa alla guida dei quattro giornali veneti del gruppo Finegil: Il Mattino di Padova, La Tribuna di Treviso, La Nuova Venezia (che aveva già diretto tra il 2005 e il 2008) e il Corriere delle Alpi.

L’Ulivo fu un’inedita esperienza politica che, dopo il declino dei partiti tradizionali della storia repubblicana, riunì le forze riformiste del centrosinistra e trovò la sua realizzazione nel primo governo Prodi (1996-98).
A vent’anni dalla caduta di quel governo e a venticinque dal referendum che, introducendo il sistema maggioritario, inaugurò la nuova stagione del bipolarismo, questo volume ripercorre quelle vicende: dalla fase genetica dell’Ulivo, che inizialmente avrebbe dovuto configurarsi come partito, accanto alla Quercia, al movimento dei Comitati per l’Italia che vogliamo, dalla coalizione vittoriosa del 1996 alla rottura e alla di-scussa caduta del 1998. Grazie a inediti materiali d’archivio e all’esperienza diretta dell’autore, il volume, aperto da un’appassionata introduzione di Arturo Parisi, che dell’Ulivo fu, assieme a Prodi, ideatore, ricostruisce un capitolo essenziale della storia del sistema politico italiano e della sua riconfigurazione successiva alla prima repubblica.

Informazioni
Ingresso libero

info@lafieradelleparole.it
www.lafieradelleparole.it

 

 

Appuntamenti con il Teatro Veneto 2019

Appuntamenti con il Teatro Veneto 2019

XIV edizione

La quattordicesima edizione della Rassegna Appuntamenti con il Teatro Veneto propone un programma che vedrà impegnate compagnie apprezzate anche oltre i confini della nostra regione, alcune che ormai vediamo ogni anno ed altre che torneranno sul palcoscenico del Piccolo Teatro dopo alcuni anni di assenza.
Nello specifico la scelta quest’anno è caduta su titoli non così famosi ed “abituali” da richiamare sempre il grande pubblico, bensì su altre produzioni, meritevoli di essere conosciute dagli spettatori (fedelissimi e non) del Piccolo, un pubblico che ha dimostrato, anno dopo anno, di essere maturo ed attento ai contenuti. E quindi tutti titoli che sono delle “novità” per il Piccolo.

Si inserisce in questo “filone regionale” lo spettacolo di Carlo & Giorgio i quali tornano in questa stagione a riproporre al Piccolo ed in altri prestigiosi teatri i loro personaggi “di casa nostra”  facendo tornare sui palcoscenici il gioco dell’oca di “Così per gioco” .

Programma
Venerdì 11 Ottobre, ore 21.15
Compagnia Giorgio Totola (Verona)
TONIN BELLAGRAZIA di Carlo Goldoni
regia di Massimo Totola
Il testo è il tipico spaccato settecentesco di vita che rappresenta quella ricca borghesia che “compra” la nobiltà col denaro cercando di imitare l’aristocrazia del tempo. Il borghese un po’ tonto, ruspante e illetterato ricorre anche alle citazioni dotte pur di fare come i veri nobili. Fanno da contorno l’immancabile Arlecchino, Colombina e Brighella.

Venerdì 18 Ottobre, ore 21.15
Compagnia La Barcaccia (Verona)
IL FEUDATARIO di Carlo Goldoni
regia di Roberto Puliero
Lo spettacolo è frutto della preziosa riscoperta di un testo goldoniano insieme misconosciuto e sorprendente, nato proprio in territorio veronese durante un breve soggiorno dell'Autore nel feudo di Sanguinetto, dev'egli era stato chiamato in qualità di Cancelliere "per redigere un processo verbale": è qui che Goldoni, affascinato e incuriosito, incontra la pittoresca umanità dei contadini del luogo, e insieme la appassionante vicenda che farà da filo conduttore della commedia. L'eccezionalità del testo (datato 1752) è data dal fatto che, per la prima e unica volta all'interno del suo sconfinato repertorio, Goldoni rende protagonista d'una sua opera la categoria dei "villani", sorridendo benevolmente della loro ingenua rozzezza, subito utilizzata a fini spettacolari, ma nel contempo sottolineando con ammirazione la loro capacità di riunirsi, di fare comunità, di difendere i propri diritti sino alla rivolta pur di liberarsi di antichi soprusi.

Venerdì 8 Novembre, ore 21.15
Compagnia Teatrotergola (Vigonza)
QUESTE NOSTRE META’ di Enzo Duse
regia di Angelo Renier
Ambientato in un paesino veneto degli anni ’50, dove convivono tre generazioni al femminile (nonna, madre e figlia), che giornalmente si confrontano e si scontrano sotto il segno dell’ironia veneta e dell’eterno amore/odio che si cela tra marito e moglie.

Evento “fuori rassegna”
Giovedì 14 Novembre, ore 21.15
Venerdì 15 novembre, ore 21.15

CARLO & GIORGIO COSI’ PER GIOCO
di Carlo D’Alpaos e e Giorgio Pustetto
Lo spettacolo è una personalissima rivisitazione del gioco dell’oca. Il gioco dell’oca, così come nella vita, richiede di vincere prove, superare ostacoli, guadagnare premi o subire punizioni, nel tentativo di arrivare alla meta finale.
In scena proprio un grande tabellone numerato, dai dadi ed il gioco è fatto: Carlo & Giorgio sfidano il pubblico ed innescano una gara a colpi di dadi verso la casella della vittoria N. 63. Ad ogni casella del tabellone, così come nel vero gioco dell’oca, corrisponde un premio, una penalità e soprattutto uno sketch che vede protagonisti i personaggi più noti di Carlo & Giorgio.
La vera novità è che davvero lo spettacolo sarà diverso ed imprevedibile ogni sera, perché saranno i dadi e quindi la casualità e la sorte a determinare l’uscita di questo o quel personaggio e l’andamento del gioco, tanto da non poter parlare una vera e propria trama, ma di un semplice filo conduttore affidato al caso.

Venerdì 22 Novembre, ore 21.15
Compagnia La Goldoniana (S.Stino di Livenza)
LA FINTA AMMALATA di Carlo Goldoni
regia di Gianni Visentin
È un Goldoni meno conosciuto, ma dalla comicità e dal fascino irresistibili quello che la compagnia La Goldoniana propone con “La finta ammalata”.
Una commedia in tre atti in cui i personaggi incarnano vizi e virtù mai scomparse nel tempo. Ispirata a “L’amore medico” di Moliere, riprende tematiche come quella del potere negativo dei medici, cui veniva invece contrapposto il potere terapeutico dell’amore, lodando la virtù e mettendo in ridicolo il vizio.

Venerdì 6 Dicembre, ore 21.15
Teatro Veneto città di Este
QUEL PICCOLO CAMPO di Peppino De Filippo
(versione veneta della Compagnia)
Regia di Viviana Larcati
Questa brillante commedia in tre atti del grande Peppino De Filippo è stata scritta nel 1948 ed è ambientata in un piccolo paese contadino dove la terra rappresenta l’unica fonte di sostentamento, di benessere e di identità. Scritta in italiano, qui viene presentata in una riduzione in dialetto veneto a cura della Compagnia atestina (circa 1960) che ne esalta il colore “verace”.

Informazioni
Per questa rassegna non sono previsti abbonamenti
Biglietti: spettacoli in rassegna Interi € 7 (+ €1 dir. di prev.) Ridotti € 6 (+ €1 dir. di prev.) Associati e bambini 4/12 anni € 5 (+ €1 dir. di prev.); spettacolo di  Carlo & Giorgio Interi € 18 (+ €1 dir. di prev.) Ridotti € 17 (+ €1 dir. di prev.) Associati e bambini 4/12 anni € 16 (+ €1 dir. di prev.)
La riduzione è prevista per over 65 e studenti max 26 anni Associati sono coloro i quali hanno sottoscritto la tessera dell’Associazione Piccolo Teatro 2019/2020

PICCOLO TEATRO
Tel. 049.8827288 – Fax 049.8827470
Via Asolo n.2 – zona Paltana – 35142 Padova
info@piccolo-padova.it
www.piccolo-padova.it

La Fiera delle Parole 2019

La Fiera delle Parole 2019

Il Festival letterario

Programma di Padova

Dal 2 al 6 ottobre 2019
torna a Padova la Fiera delle Parole, l’attesissima 14° edizione del festival letterario che per cinque giorni farà di Padova la capitale della cultura grazie ai numerosi incontri con i nomi più importanti della letteratura, del cinema, della musica, dell’arte e del giornalismo, italiani e stranieri.

Questa edizione si snoda lungo un percorso che è partito il 14 settembre da Montegrotto ed arriva a Padova il 30 settembre con un ricco calendario di appuntamenti culturali e letterari.
Padova può contare sulla nobile tradizione umanistica e intellettuale e sulle storiche sedi che accoglieranno gli ospiti della Fiera: dal salone trecentesco di Palazzo della Ragione alle stanze di Palazzo Moroni; dalle prestigiose sale del Palazzo dei Vescovi – sede del Museo Diocesano – al Caffè Pedrocchi. Non manca tuttavia il coinvolgimento dei luoghi deputati alla vita pubblica di chi vive quotidianamente la città: spazi di aggregazione giovanile come il Centro Universitario di via Zabarella o destinati alla cultura per vocazione come il Centro Culturale Altinate San Gaetano; luoghi e le librerie del centro.

La manifestazione, ideata e diretta da Bruna Coscia, è organizzata da Cuore di Carta con il Comune di Padova.

Programma
30 settembre 2019
1 ottobre 2019
2 ottobre 2019
3 ottobre 2019
4 ottobre 2019
5 ottobre 2019
6 ottobre 2019

Il Poligrafo è presente alla Fiera delle Parole 2019 con numerosi eventi qui il programma.

Info
Ingresso libero a tutti gli eventi fino ad esaurimento dei posti disponibili

info@lafieradelleparole.it
www.lafieradelleparole.it

Ufficio Stampa / Associazione Culturale Cuore di Carta
redazione@cuoredicarta.org
www.cuoredicarta.org

 

Teatro Ai Colli

Teatro Ai Colli

Stagione 2019/2020

 
Oltre 40 messe in scena che accontenteranno bambini, gli appassionati di musical e della prosa di qualità.
 
È un cartellone importante quello che la compagnia teatrale Teatro Fuori Rotta ha pensato per la nuova stagione del Teatro ai Colli, la sala di comunità diventata un punto di riferimento per l’offerta culturale e di spettacolo della città.
 
La stagione 2019/20 avrà tante conferme, format che tornano ma più ricchi, con più appuntamenti e nuove compagnie. Confermata la terza edizione di Padova è Musical, con quattro date che partono dal 8 novembre, e Una Mattina a Teatro, la rassegna ideata per le scuole, gli spettacoli scelti hanno finalità didattiche, alcuni anche in lingua inglese. A questa si affianca Famiglie a teatro, altra rassegna per bambini ma con appuntamenti domenicali che coinvolgeranno le famiglie.
 
La direzione artistica di Gioele Peccenini conferma il suo lavoro di programmazione anche per la prosa, saliranno sul Teatro di via Monte Lozzo Beppe Servegnini, Giobbe Covatta, Marina Massironi con Roberto Citran.
 
L’iniziativa è realizzata con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova.
 
 
Informazioni:
Teatro ai Colli
via Monte Lozzo, 16 (Padova)
www.teatroaicolli.it - info@teatroaicolli.it
329 6219315 - 345 8750799
Facebook/teatroaicolli
Instagram/teatroaicolli

Stagione Lirica in digitale 2019-2020

Stagione Lirica in digitale 2019-2020

Programma Ia parte

Torna al Piccolo Teatro una delle iniziative più amate ed attese: la Stagione Lirica con proiezione sul grande schermo cinematografico degli appuntamenti con opere che vedono impiegati alcuni tra i cantanti più acclamati del momento, direttori d’orchestra di primo livello e registi di fama internazionale. Quest’anno rientra nel programma anche la proposta di un film-evento, quello realizzato da Ron Howard, su Luciano Pavarotti.

Programma
I parte (ottobre/dicembre 2019)
Martedì 1 Ottobre, ore 19.45
IL BARBIERE DI SIVIGLIA di G.Rossini

Differita dall’Arena di Verona (In abbonamento)
Il primo appuntamento in abbonamento della “Stagione Lirica in digitale 2019/2020” è con IL BARBIERE DI SIVIGLIA, in differita dall’Arena di Verona, che la Fondazione Arena di Verona in occasione del centocinquantesimo anniversario dalla scomparsa di Gioacchino Rossini (2018) ha rirpreso nell’edizione con regia, scene, costumi e luci di Hugo De Ana.
Sul podio, il famoso direttore d’orchestra Daniel Oren, che per la prima volta dirige il capolavoro di Rossini nell’Arena.

Giovedì 24 Ottobre, ore 20.30
DON PASQUALE di G.Donizetti (ore 20.30)

Live dalla ROH di Londra (In abbonamento)
Ecco il ritorno della Royal Opera House al Piccolo: Bryn Terfel, uno degli artisti più amati della Royal Opera, guida il cast di questa nuova produzione dell’opera buffa di Donizetti, che illustra magistralmente il rapporto tra generazioni. L’opera narra infatti la divertente storia di un uomo di mezza età, astutamente ingannato dalla giovane moglie che vuole coronare il suo sogno romantico con il nipote di lui. Una storia deliziosa che da sempre conquista il pubblico, anche per la vivacità musicale e l’abilità virtuosa degli interpreti.
La produzione esilarante di Damiano Michieletto mostra quanto siano contemporanei i personaggi e quanto la storia narrata sia immediata e commovente.

Martedì 29 Ottobre, ore 18.30 e ore 21.15
PAVAROTTI, GENIO PER SEMPRE

Film/evento (documentario) regia di Ron Howard – Fuori Abbonamento
(prezzi: Interi € 12 – Ridotti e associati € 10 – non è prevista prevendita – non ci sarà intervallo)
La storia, la voce, i segreti e la leggenda del tenore Luciano Pavarotti e del suo incredibile percorso, da figlio di un fornaio a superstar internazionale capace di trasformare per sempre il mondo dell’opera.
Firmato dal regista Premio Oscar® Ron Howard, il film è realizzato con filmati mai visti prima e immagini delle performance più iconiche del tenore che offrono un ritratto intimo ed emozionante dell’artista e dell’uomo, il più amato cantante d’opera di tutti i tempi con oltre 100 milioni di dischi venduti nel corso della sua carriera.

Martedì 12 Novembre, ore 19.45
MANON LESCAUT di G. Puccini

Differita dalla Scala (In abbonamento)
Lo spettacolo (andato in scena a fine marzo 2019) con la direzione di Riccardo Chailly e la regia di David Pountney, è la versione originale dell’opera nell’edizione critica curata da Roger Parker, già diretta da Chailly a Lipsia nel 2008. L’allestimento di Pountney, Direttore artistico della Welsh National Opera che ha recentemente firmato alla Scala Francesca da Rimini di Zandonai, ambienta la storia d’amore tragica e struggente fra Manon Lescaut e il cavaliere Des Grieux in una stazione ferroviaria vittoriana con le scene di Leslie Travers, i costumi di Marie-Jeanne Lecca, le luci di Fabrice Kebour e la coreografia di Denni Sayers.

Sabato 7 Dicembre, ore 17.45
TOSCA di G. Puccini

Live dalla SCALA (In abbonamento)
Con la nuova produzione di Tosca nell’edizione critica di Roger Parker per Ricordi, il Direttore Musicale Riccardo Chailly continua il percorso di presentazione delle opere di Giacomo Puccini alla luce delle ricerche musicologiche più recenti, con cui ha già riportato alla Scala Turandot, La fanciulla del West, Madama Butterfly e Manon Lescaut.
Se nel corso dei decenni l’opera di Gioachino Rossini e Giuseppe Verdi è stata ripensata grazie alle edizioni critiche e all’esame delle varianti, i capolavori di Giacomo Puccini sono stati finora presentati in versioni che recavano spesso inconsapevolmente le incrostazioni della tradizione. Di qui l’importanza della proposta: ma questa Tosca inaugurale sarà innanzitutto una festa della musica, grazie anche alle voci superbe di Anna Netrebko, Francesco Meli e Luca Salsi, e del teatro con il ritorno di Davide Livermore, già applauditissimo per Attila il 7 dicembre 2018, che si avvarrà delle scene di Giò Forma.  

Venerdì 27 Dicembre, ore 20.30
Balletto
LA BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO

Differita dalla SCALA – Fuori Abbonamento
Il balletto più sontuoso e sognante, quasi il “balletto per eccellenza”: della coreografia originale di Petipa Nureyev seppe mantenere la straordinaria purezza, così come l’aveva appresa al Kirov, ma con un respiro teatrale e drammatico nuovo, una motivazione interiore e notevoli variazioni, una coreografia articolata e composita tale da rivelare tutte le sfumature psicologiche dei personaggi. Proprio alla Scala Nureyev affidò, nel 1966, il debutto della “sua” Bella, e a dodici anni dalle precedenti rappresentazioni torna in scena nello sfarzoso allestimento del premio Oscar Franca Squarciapino creato per la Scala nel 1993. A dirigere la straordinaria partitura di Čajkovskij sarà Felix Korobov.
Musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij

Informazioni
Biglietti
Dirette/Live: Interi € 12 (+ €1 dir. di prev.); Ridotti € 11 (+ €1 dir. di prev.); Associati e Bambini 4/12 anni   € 10 (+ €1 dir. di prev.)
Differite/Registrate: Interi € 10 (+ €1 dir. di prev.); Ridotti € 9 (+ €1 dir. di prev.); Associati e Bambini 4/12 anni € 8  (+ €1 dir. di prev.)
Film/eventi: Interi € 12 (non è prevista prevendita); Ridotti, Associati e Bambini 4/12 anni € 10 (non è prevista prevendita); Ridotti = over 65 e studenti max 26 anni
Associati = coloro i quali hanno sottoscritto la tessera dell’Associazione Piccolo Teatro 2019/2020 (dall’1.7.2019)

PICCOLO TEATRO
Tel. 049.8827288 – Fax 049.8827470
Via Asolo n.2 – zona Paltana – 35142 Padova
info@piccolo-padova.it
www.piccolo-padova.it

La Grande Arte al Cinema 2019

La Grande Arte al Cinema 2019

Ia parte

Il Piccolo Teatro programma da anni alcune serate alla proiezione dei documentari in materia di arte.

Del resto i numeri parlano chiaro: l’arte non è mai stata tanto popolare come oggi. Se non siete ancora andati a vedere la mostra X potreste approfittare di queste opportunità. Quando l’arte arriva sul grande schermo infatti significa che il pubblico è pronto per appassionarsi non solo alle opere, ma anche alla vita o ai dietro le quinte di una grande mostra di artisti che hanno segnato la Storia dell’Arte mondiale.

Il distributore Nexo così presenta la nuova stagione della propria iniziativa “Nel buio della sala, di fronte al grande schermo, per ritrovare il ritmo e la concentrazione ideali per godere appieno della bellezza della storia dell’arte mondiale. Festeggiando il traguardo di 2 milioni di spettatori nelle sale”.

Programma proiezioni
I parte (ottobre/dicembre 2019)

Martedì 22 ottobre – ore 17.00 e 21.15
TINTORETTO – Un ribelle a Venezia
Il docu-film sul genio furioso e rivoluzionario che ha cambiato la storia dell’arte, ideato da Melania G. Mazzucco e narrato da Stefano Accorsi, con la partecipazione straordinaria di Peter Greenaway.
Figlio di un tintore, da cui il suo nome d’arte, Tintoretto (1519-1594) è infatti l’unico grande pittore del Rinascimento a non aver mai abbandonato Venezia, nemmeno negli anni della peste. Immergendoci nella Venezia del Rinascimento e attraversando alcuni dei luoghi che più conservano la memoria dell’artista, dall’Archivio di Stato a Palazzo Ducale, da Piazza San Marco alla Chiesa di San Rocco, verremo così guidati attraverso le vicende di Jacopo Robusti, in arte Tintoretto, dai primi anni della sua formazione artistica fino alla morte,
Interi: € 8 – Ridotti: € 7 – Associati e bambini 4/12 anni: € 6
Non è prevista prevendita

Martedì 5 Novembre – ore 17.00 e 21.15
IL MUSEO DEL PRADO – La corte delle meraviglie
Il primo viaggio cinematografico attraverso le sale, le storie e le emozioni di uno dei musei più visitati del mondo, il Museo del Prado, che con un tesoro di 8000 opere d’arte incanta ogni anno quasi 3 milioni di visitatori a Madrid.
Capolavori straordinari che raccontano la storia della Spagna e di un intero continente. Ci troviamo in uno dei templi dell’arte mondiale, un luogo di memoria e uno specchio del presente con 1700 opere esposte e un tesoro di altre 7000 conservate. Una collezione che racconta le vicende di re, regine, dinastie, guerre, sconfitte, vittorie. Ma anche la storia dei sentimenti e delle emozioni degli uomini e delle donne di ieri e di oggi, lei cui vite sono intrecciate a quella del museo: regnanti, pittori, artisti, architetti, collezionisti, curatori, intellettuali, visitatori.
In questo 2019 che ne celebra il duecentesimo anniversario, raccontare il Prado di Madrid dal giorno della sua “fondazione” – quel 19 novembre 1819 in cui per la prima volta si parlò di Museo Real de Pinturas – significa percorrere non solo questi ultimi 200 anni, ma almeno sei secoli di storia, perché la vita della collezione del Prado ha inizio con la nascita della Spagna come nazione e con il matrimonio tra Ferdinando d’Aragona e Isabella di Castiglia.
Interi: € 8 – Ridotti: € 7 – Associati e bambini 4/12 anni: € 6
Non è prevista prevendita

Martedì 19 Novembre – ore 17.00 e 21.15
VAN GOGH E IL GIAPPONE
Diretto da David Bickerstaff, il docufilm propone un viaggio tra le bellezze della Provenza, l’enigma del Giappone e le sale della mostra ospitata nel 2018 al Van Gogh Museum di Amsterdam.
Grazie alle lettere dell’artista e alle testimonianze dei suoi contemporanei, questo commovente docufilm rivela l’affascinante storia del profondo, intenso legame tra Van Gogh e l’arte giapponese e il ruolo che l’arte di questo paese, mai visitato dall’artista, ebbe sul suo lavoro. Oltre a indagare la tendenza del japonisme, Van Gogh e il Giappone ci guiderà attraverso l’arte del calligrafo Tomoko Kawao e dell’artista performativo Tatsumi Orimoto per comprendere appieno lo spirito e le caratteristiche dell’arte del Sol Levante.
Interi: € 8 – Ridotti: € 7 – Associati e bambini 4/12 anni: € 6
Non è prevista prevendita

Martedì 3 Dicembre – ore 17.00 e 21.15
Titolo da definire

Informazioni
Biglietti: intero € 8,00; ridotto* € 7,00; associati e bambini 4/12: € 6,00

PICCOLO TEATRO
Tel. 049.8827288 – Fax 049.8827470
Via Asolo n.2 – zona Paltana – 35142 Padova
info@piccolo-padova.it
www.piccolo-padova.it
 

Start here go anywhere

Start here go anywhere

La Fiera delle Parole 2019

Il lavoro dei docenti è un lavoro da seminatore e non da raccoglitore

Tra i numerosi e prestigiosi appuntamenti dell'edizione 2019 del Festival La Fiera delle Parole si segnala la presentazione del libro degli Studenti del Liceo Romano Bruni di Padova dal titolo Start here, go anywhere.

Il libro cerca di dare una risposta alla domanda che molti di noi si pongono: quando si vedono i reali risultati di tutta la formazione educativa e didattica che si fa a scuola e chi ne può beneficiare?
Dove vanno a finire i 5 anni del percorso scolastico: la fatica spesa, le spiegazioni, le attività, i dialoghi, le verifiche, le incomprensioni, le soddisfazioni, i voti...?

Un gruppo di studenti del Liceo tra i 14 e i 17 anni, accompagnati dalla prof.ssa Emanuela Centis, docente tutor, e dal Prof. Martino Frizziero, coordinatore didattico, hanno cercato e scovato ex studenti fra i 30 e 40 anni. Dalle interviste realizzate sono nate 21 storie di persone che hanno girato il mondo, finendo nei luoghi più impensati a svolgere lavori ed esperienze che mai avrebbero previsto. Adulti che ora guardano alla loro scuola di origine con gratitudine, come a un momento determinante della loro crescita.

Il libro è anche un incontro generazionale tra giovani adulti e studenti, un momento di riflessione di chi studente non lo è più da tempo, sul valore di quanto ricevuto a scuola, e di chi invece si trova ancora nelle aule scolastiche. Gli studenti hanno in questo modo visto una prospettiva di ampio respiro sulla loro formazione e sulla loro vita, guardando alla scuola non solo per il risultato numerico o come lo scotto da pagare per fare quello che interessa davvero, ma intravedendo un possibile destino buono.

Informazioni
Ingresso libero

Liceo Scientifico Romano Bruni
Tel. 049.7355264
www.istitutobruni.com

info@lafieradelleparole.it
www.lafieradelleparole.it

 

Chitarre al Barco

Chitarre al Barco

4 concerti di chitarra classica

Chitarre al Barco è il secondo ciclo di concerti di musica da camera organizzati da MoMùs a Barco Teatro per la stagione invernale 2019-2020.

Vengono proposti al pubblico, come di consueto la “miglior gioventù” a livello internazionale: giovani talenti che offrono, ognuno con le proprie peculiarità, un personale contributo all’obiettivo di far conoscere le straordinarie potenzialità espressive, melodiche e virtuosistiche della chitarra classica.
Il ciclo chitarristico 2020 propone 4 diversi concerti: due formazioni cameristiche in apertura e in chiusura, inframmezzate da due recitals solistici.
Inaugura il ciclo il Direttore artistico di MoMùs a Barco Teatro, il chitarrista padovano -ma londinese di adozione artistica- Giacomo Susani, che porterà direttamente dall’Inghilterra un programma di musiche elisabettiane, An Elisabethan song recital, eseguito in duo con il giovane bravissimo tenore Magnus Walker, voce di punta del coro della Gloucester Cathedral.
Seguiranno due recitals solistici tenuti da due giovani chitarristi che si stanno fortemente affermando nel panorama internazionale: il croato Dominik Carevič (2 febbraio) e l’italiano Simone Rinaldo (16 febbraio). Entrambi vincitori di importanti riconoscimenti e premi in importanti concorsi chitarristici, i due giovani musicisti proporranno repertori molto virtuosistici, ricchi ed eterogenei.
Chiuderà il ciclo il Mèla Quartet, un ensemble sempre più apprezzato nei teatri londinesi, con un repertorio classico innovativamente contrappuntato da lavori contemporanei.

I concerti si terranno la domenica pomeriggio alle ore 17.30 e saranno come sempre presentati dal giovane critico musicale Alessandro Tommasi che, con entusiasmo e professionalità, offre al pubblico chiavi interpretative e segreti del mestiere per un miglior coinvolgimento nella musica.
Al termine di ogni concerto, Barco Teatro offrirà un momento conviviale assieme agli artisti.

Programma
Domenica 19 gennaio
Chitarra e voce

Giacomo Susani, chitarra e Magnus Walker, tenore
An Elisabethan Song Recital
J. Dowland (1563-1626), Come again; Flow, my tears; Awake, my love; In darkness let me dwell
B. Britten (1913-1976), Second lute song of the earl of Essex from Gloriana
G. Susani (1995), “The Twilight Turns”
W. T. Walton (1902-1983), Anon in love II

Domenica 2  febbraio
Chitarra sola
Dominik Carevič
G. P. Telemann (1681-1787), Fantasy for Solo Violin n.7 (arr. C. Marchione)
M. Castelnuovo - Tedesco (1895-1968), Variazioni attraverso i secoli, op. 71
A. Piazzolla (1921-1992), Inverno Porteño
W. T. Walton (1902-1983), Five Bagatelles
K. Vassilev, Three forest paintings

Domenica 16 febbraio
Chitarra sola
Simone Rinaldo

M. de Falla (1876-1946), Homenaje pour le Tombeau de Debussy
A. José (1902-1936), Allegro Moderato and Minueto da Sonata para Guitarra
F. Tàrrega (1852-1909), Fantasia sobre Motivos de la Traviata
F. Martin (1890-1974), Quatre Pièces brèves
A. Ginastera (1916-1983), Sonata, Op. 47 IV

Domenica 1 marzo
Quartetto di chitarre

Mela Quartet
D.Bovey, J. Housden, M. Robinson, G. Tarlton
C. Saint-Saëns (1835-1921), Bacchanale (arr. Bovey)
P. Houghton (1954-2017), Opals
L. Snowden, My Clock is Broken!
S. Goss (1966), Carmen Fantasy; Torero; Seguidilla; Gypsy Song
J.S. Bach (1685-1750), Organ Fugue (arr. Mèla)
T. Bowers (1954), Fantasy on an Old English Melody
B. Johanson (1951), Pluck, Strum, and Hammer
D. Brubeck (1920-2012), Medley (arr. Tarlton)
D. Milhaud (1892-1974), Brasileira da Scaramouche (arr. Robinson)
E. Gismonti (1947), Água e Vinho
S. Assad (1952), Uarekena

Informazioni
Biglietto unico: intero € 13,00, ridotto € 6,00 (studenti)

Barco Teatro
Cell. 3755764000
info@barcoteatro.it
www.barcoteatro.it
 

Cene a teatro

Cene a teatro

Cultura, Convivialità e Gusto tra palco e platea

Nuova stagione teatrale di Barco Teatro.
Grazie all’apporto della rinnovata Direzione artistica, Barco Teatro ha individuato 13 realtà artistiche in grado di riempire il proprio cruciverba teatrale facendo coincidere bravura ed originalità, mescolando generi teatrali, nuove drammaturgie e nuove compagnie teatrali con l’obiettivo di proporre ad un pubblico curioso e “goloso” la condivisione di un viaggio teatrale dove sia possibile ridere, commuoversi, indignarsi, riflettere, sperare, imparare.
Il valore aggiunto e l’originalità della proposta di Barco Teatro rimangono invariati e, se possibile, potenziati: un piccolo teatro ricavato in un esclusivo luogo urbano ricco di fascino e eleganza, dove l’incontro con gli artisti e l’arte teatrale è garantito ravvicinato e unico; la formula della cena imbandita prima dello spettacolo, pensata e realizzata all’insegna della qualità degli ingredienti, dei menu e della professionalità della cucina, è una ulteriore occasione di convivialità e di condivisione per il pubblico, che in una stessa serata ha la possibilità di nutrire corpo e mente.
Inizio cena ore 19.15
Inizio spettacolo: ore 21.30

Programma
Sabato 28 settembre
Compagnia Belteatro

presenta:
Spirito Giusto
Con Remigio Ruzzante, Federica Santinello, Alberto Marescotti
Chitarra Giovanni Cenci
Regia Bruno Lovadina
“Lo spirito giusto” è un omaggio al vino, alla sua capacità di suscitare emozioni, di evocare immagini, di creare situazioni.Ed è un omaggio leggero, spiritoso, che gioca con stereotipi e luoghi comuni ma con rigorosa esattezza scientifica. Scelti cinque grandi vini, con cinque “caratteri” molto diversi, ne abbiamo fatto i coprotagonisti di questo brillante atto unico, accanto a tre attori e a un musicista che li accompagna dal vivo.
Lui l'ha invitata a cena a casa, lei vuole che tutto sia perfetto. E poiché "Il vino dà coraggio e rende gli uomini inclini alla passione" decide di portare al suo ospite una bottiglia. Ma dev'essere quella capace di creare l'atmosfera giusta. Ma come trovarla, se sa a stento distinguere un bianco da un rosso?

Sabato 5 ottobre
Nora Fuser

CUOR
Dalle parole di Rina Cavalieri raccolte da Maria Teresa Sega – Associazione rEsistenze
Suono Paolo Calzavara
Luci Paolo Battistel
Testo e Regia Sandra Mangini
Clementina Cavalieri detta Rina è nata nel 1914 a Venezia. La sua vita attraversa tutto il Novecento e inevitabilmente interseca i grandi eventi della storia del nostro paese. Lavoratrice di perle, aiutante in un laboratorio di scialli, operaia dell'Arsenale di Venezia durante la guerra, protagonista di azioni di soccorso ai prigionieri dopo l'8 settembre, Rina è soprattutto una donna forte, coraggiosa e vitale.

Sabato 12 ottobre
Terra Crea Teatro

presenta:
Pomo Pero, Dime 'l Vero
Con Laura Cavinato e Valerio Mazzuccato
Spettacolo realizzato sui testi di Luigi Meneghello
Regia Giorgio Sangati
Meneghello, con i suoi testi, propone un viaggio popolare e coltissimo, esilarante e commovente, nell’infanzia di un Nord-Est che non c’è più. Ci racconta i suoi ricordi di bambino in un piccolo paesino del vicentino, Malo. In questo percorso a ritroso nella sua memoria personale attraversa territori universali: l’epica della nascita, la scoperta del linguaggio, il trauma della scuola, il brivido della sessualità, il potere della religione, l’entusiasmo e la violenza dei giochi e l’onnipotenza della morte. E il racconto non può prescindere dal linguaggio, cioè dal pensiero che lo ha generato; dialetto (dialetti) e italiano si mescolano in un vortice espressionista, quasi espressione di due mondi, di due anime contrastanti ma complementari.

Sabato 19 ottobre
I Papu

Andrea Appi e
Ramiro Besa
A che punto è la rotta
Cercando delle alternative alle domande “Ma dove siamo arrivati?” e “Dove andremo a finire?”, i Papu ci dicono di aver trovato in “A che punto è la rotta?” una sintesi piuttosto efficace. Forse addirittura un punto d’incontro. Una specie di pausa-caffè tra il bilancio consuntivo e quello preventivo della nostra vita, sempre più soffocata da lacci e lacciuoli, stage e tirocinii, Password e Username. E’ la descrizione deformata di una società, la nostra, abituata a prendersi un po’ troppo sul serio, immersa nelle convenzioni e perennemente ondeggiante tra rimpianto e preoccupazione. Uno specchio ridondante con l’ambizione di mostrarci la realtà in modo divergente, ironico e distaccato, per farci vivere, almeno per una sera, un pochino più sereni.

Sabato 26 ottobre
Teatro del Pane

presenta:
La magia della radio
con Mirko Artuso e Massimo Cirri (“Caterpillar”, Radio 2)
Sergio Marchesini, fisarmonica, Francesco Ganassin, clarinetti, Matteo Artuso, violoncello.
Un marconista permaloso concorre a uno dei peggiori disastri del XX secolo. Un deejay di New York parla in diretta con un rapitore evitando che si inneschi un casino micidiale. E mille altre storie di emittenza: lasciando che la radio-propaganda di Hitler e Mussolini si fonda con quella dei Poveri Cristi di Danilo Dolci, le canzoncine di Di Bella irrompano tra le teorie degli studiosi del mezzo e tutti insieme partecipino alle riunioni di redazione di “Caterpillar”.

Sabato 2 novembre
Walking Arts - Art

presenta:
Walking Sounds
Sul palco i quattro membri dell'Ensemble Mshakht in collaborazione con i musicisti del Quartetto New Landscapes, accompagneranno il pubblico in un dialogo interculturale tra la musica Kurda, Araba e Jazz.

Sabato 8 novembre
Flexus

presentano
Il conformista
Omaggio a  Giorgio Gaber

con Gianluca Magni, voce e chitarre, Enrico Sartori, batteria, Davide Brignone, basso
“Il conformista” è un titolo ironico, quasi paradossale per raccontare di un personaggio che conformista in realtà non lo è stato mai e che in più quarant’anni di carriera e in trenta di teatro-canzone ha sempre espresso le proprie idee in modo coerente, sincero, difendendo coraggiosamente il proprio pensiero dai compromessi a cui tanti altri artisti hanno inevitabilmente ceduto.

Sabato 16 novembre
Compagnia I Rumoristici

presenta:
Sfumature di bianco
Con Marina De Luca, Barbara Giovannelli e Stella Nobili
Tratto da un testo teatrale di raffinata e intelligente comicità, la pièce prende spunto da un acquisto sconsiderato per il quale una delle tre protagoniste ha pagato una cifra esorbitante. Da qui s’innesca una controversia che si estenderà presto al vero nodo dello spettacolo: le relazioni tra tre amiche. L’acquisto diventa così un metaforico contenitore di alleanze, conflitti, verità, bugie, insicurezze e certezze.

Sabato 23 novembre
CAST

presenta:
Cena con delitto
La protagonista

Regia Simone Toffanin
Alla cena di gala per la prima italiana di un famoso spettacolo che ha sbancato Broadway, il produttore Filippo Bernasconi assieme alla moglie presenta orgoglioso a tutti gli ospiti presenti il cast e la protagonista dello spettacolo.
Ma voci maligne sussurra già circolano tra i tavoli: non tutto è come sembra, e forse la serata di festa potrebbe diventare molto movimentata…

Sabato 30 novembre
Compagnia Teatro dei Pazzi

presenta:
Hemingway Tra le lagune venete e Cuba
Con Giovanni Giusto, Cecilia Prosperi, Rita Bincoletto, Filippo Tantino, Alvise Stiffoni, Diego Vio
Il racconto spazia dalle sponde del Piave descritti in “Di là dal fiume e tra gli alberi”, ricordando quei luoghi e quegli amici che Hemingway frequentava nei dintorni di Venezia, fino a toccare quei luoghi cubani che hanno ispirato alcuni dei suoi romanzi più famosi. La performance quindi, a metà tra reading letterario, racconto e teatro-canzone, è un continuo intrecciarsi di riferimenti tra l’opera di Hemingway e la sua vita ricca di aneddoti ed incontri straordinari.

Sabato 7 dicembre
Compagnia Cambiscena

presenta:
Director’s cut
5 registi e 5 storie. Una competizione alla migliore messa in scena. Saranno gli spettatori a fornire i suggerimenti e ad ispirare la creazione estemporanea di ogni atto. Solo una storia, la più apprezzata, sopravvivrà fino alla fine, mentre le altre verranno spietatamente “tagliate” e sarà il pubblico stesso a deciderlo. Directo’r Cut è un format creativo, dalle infinite possibilità e all’insegna della varietà di stili e atmosfere. Una occasione per vivere la magia e il divertimento del Teatro d’Improvvisazione.

Sabato 14 dicembre
Compagnia Ippogrifo Teatro

presenta:
La Papessa
Regia di Alberto Rizzi
con Chiara Mascalzoni
suono e light design Manuel Garzetta
Monologo irriverente scritto e diretto da Alberto Rizzi per raccontare il ruolo della donna nel mondo occidentale attraverso la storia femminile nella Chiesa cattolica con l’immaginaria e possibile, per quanto improbabile, elezione di una donna al soglio di Pietro.

Sabato 21 dicembre
Produzione Theama Teatro

presenta:
In nome della Madre
Autore Erri De Luca
Anna Zago Deniele Berardi
Musiche CarloAlberto Piccoli
Regia Piergiorgio Piccoli
L’adolescenza di Miriàm/Maria smette da un’ora all’altra. Un annuncio le mette il figlio in grembo. Qui c’è la storia di una ragazza, operaia della divinità, narrata da lei stessa.Qui c’è l’amore smisurato di Iosef per la sposa promessa e consegnata a tutt’altro. Miriàm/Maria, ebrea di Galilea, travolge ogni costume e legge. Esaurirà il suo compito partorendo da sola in una stalla. Le notizie su Miriàm/Maria provengono dalle pagine di Matteo e di Luca. Qui s’ingrandisce un dettaglio da loro accennato: l’ascensione della natività nel corpo femminile, il più perfetto mistero naturale. Non è scritto nei loro libri che nella stalla c’erano levatrici o altro personale intorno al parto. Partorì da sola. Questo è il maggior prodigio di quella notte di natività: la perizia di una ragazza madre, la solitudine assistita.

Informazioni
Costo cena + spettacolo: € 40
Costo solo spettacolo: € 15,00
Inizio cena ore 19.15
Inizio spettacolo: ore 21.30

Prenotazione obbligatoria:
- sms, whatsapp o tel. al 3755764000;
- email a info@barcoteatro.it;
- format sul sito www.barcoteatro.it
 

Ottobre al Planetario

Ottobre al Planetario

Ciclo di eventi 2019

Il 2019 si conferma un anno di importanti novità per il Planetario di Padova. Oltre agli appuntamenti standard si segnalano nuove proiezioni, un totale rinnovo delle macchine e numerosi eventi speciali tra concerti, conferenze e anniversari.

Dopo la pausa di ristrutturazione, la struttura si presenta completamente rinnovata nella parte tecnica con nuovi proiettori, nuovi computer di ultima generazione e nuovo software di proiezione (Dark Matter della ditta SkySkan).
Nel 2009 quando fu costruito, completamente digitale con videoproiezione a sei canali era già un sistema d’avanguardia e oggi, dopo dieci anni di attività, con oltre 7.500 presentazioni e più di 300.000 visitatori, riapre mantenendo l’ambìto primato tecnologico, completamente rinnovato nella tecnologia, con proiettori di ultima generazione, con nuovi più potenti computer e il nuovo software di proiezione e produzione Dark Matter della ditta SkySkan.

Con il passaggio alla risoluzione a 8K aumenta il livello di dettaglio delle immagini, i nuovi proiettori offrono  colori brillanti e grande contrasto e il nuovo software permetterà ulteriori effetti speciali.

Programma

Venerdì 4 ottobre 2019, ore 21.00
Live: Il cielo di ottobre Filmato: Stars
Ogni mese un cielo diverso da scoprire e raccontare. Un appuntamento da non perdere per imparare a riconoscere le stelle andando alla scoperta delle costellazioni, dei pianeti e degli oggetti celesti visibili la sera stessa.
A seguire osservazione del cielo al telescopio.
In caso di meteo non favorevole osservazione del cielo al telescopio.
Stars: Stelle che esplodono, buchi neri, ammassi stellari. Alla scoperta delle stelle con uno dei filmati più spettacolari realizzati per i Planetari. 

Sabato 5 ottobre, ore 17.30
Live: Terra, Aria, Acqua, Fuoco Filmato: Terra, Luna, Sole
Terra, Aria, Acqua, Fuoco: sono i quattro elementi che troviamo in Natura sul pianeta Terra. Ma esistono anche in altre parti dell'Universo? E dove andarli a cercare? Per saperlo non resta che partire per un viaggio con il Planetario di Padova, un viaggio di quattro tappe che ci porterà di volta in volta alla ricerca di Terra, Acqua, Aria e Fuoco, iniziando sempre dal nostro pianeta, continuando nel Sistema solare per poi spingerci ancora più lontano, nella nostra Galassia. Un viaggio fra astrofisica e suggestioni, sulle tracce di quattro elementi, quattro ingredienti che scopriremo abbondanti nell’Universo e che sorprenderemo anche in ambienti estremi o inaspettati.
Terra, Luna, Sole: Effetti speciali e ironia per saperne di più sulla natura del Sole, i movimenti della Terra, le fasi della Luna e molto altro. Osserveremo i movimenti apparenti del Sole e della Luna in cielo così come li vediamo dalla superficie della Terra, ma cambieremo spesso punto di vista: andando nello spazio scopriremo come si muovono la Terra e la Luna e quali sono le conseguenze. Risponderemo a molte domande: perché il Sole è caldo? Di cosa è fatta la Luna? Perché in cielo il Sole e la Luna sembrano avere le stesse dimensioni? Come facciamo a capire che è la Terra a girare intorno al Sole?

Domenica 6 ottobre 2019
ore 16.00
Scopri il cielo con Galileo + Vacanze nel sistema solare (Il Cielo per i più piccoli)

Con le sue osservazioni al cannocchiale, Galileo Galilei ha fatto scoperte rivoluzionarie. Quali? Conosciamole nel corso di questo show pensato per presentare il grande scienziato ai ragazzi della scuola primaria.
Live: Storie e viaggi con la Stella Polare Filmato: Stars
Storie e Viaggi con la Stella Polare: Dove si trova la stella Polare e come si fa a trovarla? Perché sembra restare fissa, ferma in cielo? E come si muovono le altre stelle? Se lasciamo scorrere il tempo noteremo che intorno alla Polare ci sono stelle sempre presenti in cielo, che non sorgono e non tramontano mai, che non scendono mai sotto l’orizzonte. Quali sono? E sono sempre le stesse, in ogni zona della Terra? Lo scopriremo facendo dei viaggi, andando ad esempio al Polo Nord o all’Equatore.
Stars: Stelle che esplodono, buchi neri, ammassi stellari. Alla scoperta delle stelle con uno dei filmati più spettacolari realizzati per i Planetari.

Venerdì 11 ottobre 2019, ore 21.00
Live: Il cielo di ottobre Filmato: Explore
Ogni mese un cielo diverso da scoprire e raccontare. Un appuntamento da non perdere per imparare a riconoscere le stelle andando alla scoperta delle costellazioni, dei pianeti e degli oggetti celesti visibili la sera stessa.
A seguire osservazione del cielo al telescopio.
In caso di meteo non favorevole sarà proiettato il filmato Explore: come riusciamo ad attraccare sulla Stazione Spaziale Internazionale? Come fanno le sonde a raggiungere gli altri pianeti del Sistema solare? Sembrano imprese ai limiti del possibile ma in pochi sanno che tutto questo è oggi realizzabile grazie all'astronomo Keplero e alle sue scoperte di quattro secoli fa. Con una grafica di ultima generazione, tra storie del passato e speranze del futuro, vedremo cosa scoprì Keplero andando a volte contro le convinzioni radicate della sua epoca, e capiremo come oggi mandiamo sonde e astronauti nello spazio proprio grazie alle sue tre leggi.

Sabato 12 ottobre, ore 17.30
Live: Il Sistema Solare Filmato: Due piccoli pezzi di vetro
Il Sistema Solare per la sua vastità e complessità, è un argomento al quale le pagine dei libri di testo vanno decisamente strette. Grazie alla tecnologia del Planetario sarà invece possibile conoscerlo da vari punti di vista: le dimensioni: quanto è esteso e quale unità di misura si usa per calcolare le distanze in gioco? Il Sole: perché obbliga tutti gli oggetti del Sistema solare a girargli intorno? Pianeti rocciosi, con e senza atmosfera; La fascia degli asteroidi; Pianeti gassosi: la mancanza di una superficie solida, le loro lune, i loro anelli; Dopo i pianeti: Plutone e i pianeti nani, gli oggetti della fascia di Kuiper.
Due piccoli pezzi di vetro: dal primo cannocchiale di Galileo ai moderni telescopi, la storia di come questi strumenti hanno cambiato le nostre conoscenze dell'Universo. Due piccoli pezzi di vetro puntati verso il cielo per cambiare la storia dell’umanità: furono le lenti che Galileo Galilei usò per costruire il proprio cannocchiale. Da allora abbiamo continuato ad osservare l’Universo con strumenti sempre più potenti arrivando a scoprire che l’Universo è molto più vasto di quanto si credesse appena un centinaio di anni fa, arrivando a scoprire pianeti in orbita intorno ad altre stelle. Usiamo telescopi sempre più grandi per scoperte sempre più sorprendenti.

Domenica 13 ottobre 2019
ore 16.00
Scopri il cielo con Galileo + Vacanze nel sistema solare (Il Cielo per i più piccoli)

Con le sue osservazioni al cannocchiale, Galileo Galilei ha fatto scoperte rivoluzionarie. Quali? Conosciamole nel corso di questo show pensato per presentare il grande scienziato ai ragazzi della scuola primaria.
Live: I buchi neri Filmato: Stars
I buchi neri: Cos'è un buco nero?' E' vero che vicino a tali oggetti il tempo scorre in modo diverso? E cosa c'é al loro interno? Andiamo alla scoperta di quello che sappiamo e non sappiamo dei buchi neri in questo live show adatto a tutte le età!
Stars: Stelle che esplodono, buchi neri, ammassi stellari. Alla scoperta delle stelle con uno dei filmati più spettacolari realizzati per i Planetari.

Venerdì 18 ottobre 2019, ore 21.00
Live: Il cielo di ottobre Filmato: Explore
Ogni mese un cielo diverso da scoprire e raccontare. Un appuntamento da non perdere per imparare a riconoscere le stelle andando alla scoperta delle costellazioni, dei pianeti e degli oggetti celesti visibili la sera stessa.
A seguire osservazione del cielo al telescopio.
In caso di meteo non favorevole sarà proiettato il filmato Explore: come riusciamo ad attraccare sulla Stazione Spaziale Internazionale? Come fanno le sonde a raggiungere gli altri pianeti del Sistema solare? Sembrano imprese ai limiti del possibile ma in pochi sanno che tutto questo è oggi realizzabile grazie all'astronomo Keplero e alle sue scoperte di quattro secoli fa. Con una grafica di ultima generazione, tra storie del passato e speranze del futuro, vedremo cosa scoprì Keplero andando a volte contro le convinzioni radicate della sua epoca, e capiremo come oggi mandiamo sonde e astronauti nello spazio proprio grazie alle sue tre leggi.

Sabato 19 ottobre, ore 17.30
EVENTO SPECIALE: Quella notte sulla luna Filmato: Explore
Quella notte sulla luna: live show a tutta cupola sul primo sbarco dell'uomo sulla Luna nel 1969. La storia, le curiosità, le difficoltà, i retroscena, per rivivere o vivere per la prima volta le emozioni di quella notte storica. Di e con Elena Lazzaretto, astronoma.
Explore: come riusciamo ad attraccare sulla Stazione Spaziale Internazionale? Come fanno le sonde a raggiungere gli altri pianeti del Sistema solare? Sembrano imprese ai limiti del possibile ma in pochi sanno che tutto questo è oggi realizzabile grazie all'astronomo Keplero e alle sue scoperte di quattro secoli fa. Con una grafica di ultima generazione, tra storie del passato e speranze del futuro, vedremo cosa scoprì Keplero andando a volte contro le convinzioni radicate della sua epoca, e capiremo come oggi mandiamo sonde e astronauti nello spazio proprio grazie alle sue tre leggi.

Domenica 20 ottobre 2019
ore 16.00
Scopri il cielo con Galileo + Vacanze nel sistema solare (Il Cielo per i più piccoli)

Con le sue osservazioni al cannocchiale, Galileo Galilei ha fatto scoperte rivoluzionarie. Quali? Conosciamole nel corso di questo show pensato per presentare il grande scienziato ai ragazzi della scuola primaria.
ore 17.30
Live: La luna per i più piccoli... e non solo Filmato: Terra, Luna, Sole

La luna per i più piccoli... e non solo Live show sulle storie più suggestive e divertenti sulla Luna e le costellazioni.
Terra, Luna, Sole: Effetti speciali e ironia per saperne di più sulla natura del Sole, i movimenti della Terra, le fasi della Luna e molto altro.

Venerdì 25 ottobre 2019, ore 21.00
Live: Il cielo di ottobre Filmato: Explore
Ogni mese un cielo diverso da scoprire e raccontare. Un appuntamento da non perdere per imparare a riconoscere le stelle andando alla scoperta delle costellazioni, dei pianeti e degli oggetti celesti visibili la sera stessa.
A seguire osservazione del cielo al telescopio.
In caso di meteo non favorevole sarà proiettato il filmato Explore: come riusciamo ad attraccare sulla Stazione Spaziale Internazionale? Come fanno le sonde a raggiungere gli altri pianeti del Sistema solare? Sembrano imprese ai limiti del possibile ma in pochi sanno che tutto questo è oggi realizzabile grazie all'astronomo Keplero e alle sue scoperte di quattro secoli fa. Con una grafica di ultima generazione, tra storie del passato e speranze del futuro, vedremo cosa scoprì Keplero andando a volte contro le convinzioni radicate della sua epoca, e capiremo come oggi mandiamo sonde e astronauti nello spazio proprio grazie alle sue tre leggi.

Sabato 26 ottobre
ore 17.30

Live: Tutti i Colori delle Nebulose Filmato: Stars
Tutti i colori delle Nebulose
: Nebulose: gas, polvere e colori che raccontano il destino delle stelle. Leggiamo la loro storia attraverso i colori e la radiazione che da queste vaste nuvole gassose arriva fino a noi.
"Tutti i colori delle nebulose" ci porterà a conoscere e ad ammirare questi variopinti protagonisti della Via Lattea.
Stars: Stelle che esplodono, buchi neri, ammassi stellari. Alla scoperta delle stelle con uno dei filmati più spettacolari realizzati per i Planetari.
ore 21.00
EVENTO SPECIALE: Live show Fabio Fracas-Luca Nobili
Dal Microcosmo al Macrocosmo

Di cosa sono fatte le stelle? Quali sono le particelle che si agitano nello spazio consentendo l'esistenza dell'Universo? Cos'è l'energia oscura che sta accelerando l'espansione dello spazio? Dall'infinitamente piccolo all'infinitamente grande, dalle domande della meccanica quantistica a quelle dell'astrofisica, in un percorso che dalle stelle ci permette di descrivere la nostra stessa, intima natura.
ATTENZIONE - Biglietto unico € 10

Domenica 27 ottobre 2019
ore 16.00
Scopri il cielo con Galileo + Vacanze nel sistema solare (Il Cielo per i più piccoli)

Con le sue osservazioni al cannocchiale, Galileo Galilei ha fatto scoperte rivoluzionarie. Quali? Conosciamole nel corso di questo show pensato per presentare il grande scienziato ai ragazzi della scuola primaria.
ore 17.30
Live: I buchi neri Filmato: Stars

I buchi neri: Cos'è un buco nero?' E' vero che vicino a tali oggetti il tempo scorre in modo diverso? E cosa c'é al loro interno? Andiamo alla scoperta di quello che sappiamo e non sappiamo dei buchi neri in questo live show adatto a tutte le età!
Stars: Stelle che esplodono, buchi neri, ammassi stellari. Alla scoperta delle stelle con uno dei filmati più spettacolari realizzati per i Planetari.

Giovedì 31 ottobre, ore 19.00
SPECIALE HALLOWEEN
I mostri del cielo

Il cane Cerbero e un grande Scorpione sono constellazioni del nostro cielo che raffigurano creature spaventose ma quali sono le loro storie? E perchè ci sono nebulose e galassie con nomi alquanto strani quali Testa di Strega o Maschera del Demonio?
ATTENZIONE - Biglietto ridotto a 6 Euro

Biglietti
Ingresso intero: 8 euro
Ingresso ridotto (per per under 16 e over 65 anni, studenti universitari): 6 euro
L'ingresso è gratuito per gli accompagnatori di portatori di handicap e per i bambini minori di 6 anni, tenuti in braccio.
Abbonamento per 10 ingressi, valido per 12 mesi: 60 euro
Per i Gruppi con prenotazione: Ingresso per gruppi fino a 25 persone: 150 euro; 6 euro per ogni ulteriore persona; ingresso gratuito per un accompagnatore ogni 30 persone.
Per le Scuole e Centri Estivi con prenotazione: Ingresso per le scuole (*) fino a 25 persone: 150 euro; 6 euro per ogni ulteriore persona; biglietto gratuito docenti accompagnatori.
Attività complementari di osservazione del Sole e delle Stelle: Informazioni in Segreteria

Informazioni
Segreteria - Planetario di Padova
via A. Cornaro 1/B
35128 Padova (PD)
tel: 049.773677
web: www.planetariopadova.it
e-mail: segreteria@planetariopadova.it

orario Segreteria:
dal lunedì al sabato 
dalle 9,00 alle 12,00; dalle 16.30 alle 19.30

Pagine

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
 

Condividi su:

youreporter